19 Marzo 2007

CELLULARI: WIND ANCORA NELL`OCCHIO DEL CICLONE

Brutta sorpresa per moltissimi clienti Wind, che in queste ore stanno ricevendo un sms con il quale la società telefonica li informa che dal prossimo 1 maggio in modo forzato il loro piano tariffario “Wind 10“ si trasformerà in “Wind 12“. Rimodulazione che avrà conseguenze pesanti per gli utenti, dal momento che il nuovo “Wind 12“ ? come afferma lo stesso call center Wind, contattato dal Codacons ? avrà tariffe aumentate rispetto al precedente. In base a quanto affermato dagli operatori del call center e alle informazione che circolano in rete, lo scatto alla risposta passerà da 15 a 16 centesimi di euro, la tariffazione al minuto da 10 a 12 centesimi di euro, gli sms da 10 a 15 centesimi. Una strategia quella di Wind ? sostiene l`associazione ? che di fatto impone cambi di piani tariffari e rincari arbitrari, e sostanzialmente elude il Decreto Bersani. Il Codacons e l` Associazione Utenti Servizi Telefonici hanno inviato il 16 marzo una segnalazione all` Autorità per le comunicazioni, con la quale chiedono di valutare la legittimità del comportamento della società telefonica, anche alla luce dell`eventuale vessatorietà di clausole che consentono cambi unilaterali delle condizioni contrattuali da parte dei gestori. Le due associazioni hanno chiesto inoltre all`Agcom l`invio della Guardia di Finanza presso gli uffici della Wind, al fine di accertare i fatti e, ove necessario, provvedere al sequestro dei piani tariffari dell`azienda, che vengono imposti senza formale richiesta da parte dei clienti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox