16 Novembre 2010

TLC: SOCIETA’ DI TELEMARKETING CITA FASTWEB IN TRIBUNALE E VINCE

    OPERATORE CONDANNATO A 7.400 EURO DI RISARCIMENTO PER DISSERVIZI TELEFONICI

     
    Si è conclusa con una pesante condanna risarcitoria la causa intentata nel 2006 attraverso il Codacons da una società di telemarketing nei confronti del gestore telefonico Fastweb, colpevole di aver fornito all’azienda un servizio scadente che ne ha rallentato l’attività lavorativa.
    In particolare, dal 6 maggio 2006 la società Alter Eco, con sede a Roma, riscontrava frequenti interruzioni nella fornitura del servizio telefonico nell’accesso a internet. Disservizi che arrecavano un evidente danno all’azienda, operante nel settore del telemarketing, il cui principale strumento di lavoro è proprio il mezzo telefonico. Dopo numerose richieste di intervento, i problemi venivano risolti solo il 17 luglio 2006, quando un tecnico inviato da Fastweb individuava la causa del guasto: un modem fornito dal gestore, di scadente qualità e oramai usurato.
    Il Tribunale di Milano (I sezione, Giudice Unico dott.ssa Loretta Dorigo), accogliendo le tesi del Codacons e riconoscendo la piena responsabilità dell’operatore telefonico, ha emesso in questi giorni una sentenza, con la quale ha condannato Fastweb a risarcire la società Alter Eco con complessivi 7.400 euro tra danni economici e spese legali, per aver impedito alla stessa di svolgere in modo costante la propria attività lavorativa.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox