5 Febbraio 2020

Tlc: Consiglio Stato su bollette a 28 giorni, si’ a indennizzi decisi da Agcom

 

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 05 feb – Il Consiglio di Stato conferma l’ obbligo di indennizzare gli utenti per il caso delle bollette a 28 giorni. Con la sentenza 00879/2020 il giudice amministrativo ha infatti rigettato, il ricorso di Vodafone Italia (uno degli operatori multati) contro la decisione del Tar del Lazio che, da un lato, come ricorda il Codacons in una nota, annullava la sanzione complessiva da 1,1 milioni di euro decisa dall’ Agcom a dicembre 2017 a carico di tutti gli operatori coinvolti, ritenendo si dovesse applicare invece un diverso sistema sanzionatorio, dall’ altro confermava l’ obbligo di ristoro in favore degli utenti deciso dall’ Autorita’. Il Consiglio di Stato ha respinto anche il ricorso dell’ Autorita’ contro la decisione del Tar di dimezzare la sanzione complessiva che per tutti gli operatori era da 1,1 milioni di euro. Riguardo alla fatturazione a 28 giorni, si legge nella sentenza della magistratura amministrativa, “quel che qui rileva e’ che essa s’ appalesa sleale, non solo perche’ indusse l’ utente, grazie all’ apparente piccolo scarto tra 28 giorni e mese intero, a sottovalutare tal sottile discrepanza e non cogliere fin da subito il predetto aumento. Invero la clausola sulla nuova cadenza di fatturazione sembra impedire o, comunque, rende piu’ difficile all’ utente rappresentare a se stesso e con la dovuta immediatezza come, attraverso la contrazione della periodicita’ di tariffazione, il gestore telefonico percepisce, nel corso di un anno, il corrispettivo per 13, anziche’ per 12 volte. Ne’ basta: la scelta a 28 giorni limito’ drasticamente la possibilita’ di reperire offerte basate su termini temporali mensili e rese difficoltoso, se non inutile, l’ esercizio del diritto di recesso, non essendo piu’ reperibili sul mercato alternative diverse da quella cosi’ adottata’.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox