7 Marzo 2007

TELEFONINI/ CODACONS: CONTRO WIND INTERVENGA AUTHORITY

Roma, 6 mar. (APCom) – Il Codacons chiede l`intervento dell`Autorità per le comunicazioni nei confronti di Wind che secondo l`associazione avrebbe trattenuto 2 euro di costi di ricarica sulle schede da 10 euro, nonostante da ieri tali costi siano illegali. “Nonostante i costi di ricarica siano illegali da ieri – scrive il Codacons in una nota – oggi numerosissimi utenti di tutta Italia hanno segnalato al Codacons come, acquistando una ricarica Wind da 10 euro, si siano visti trattenere 2 euro dalla società telefonica, ottenendo un accredito pari solo a 8 euro“.

“L`Autorità per le comunicazioni deve intervenire immediatamente – afferma Carlo Rienzi, presidente Codacons – adottando provvedimenti sanzionatori contro Wind, compresa l`eventuale sospensione della licenza, e deve fare rapporto alla magistratura affinché verifichi se il comportamento della compagnia telefonica possa configurare eventuali reati di natura penale a danno della moltitudine dei clienti“.

“Wind – prosegue Rienzi – dovrà inoltre restituire a quegli utenti che nonostante il decreto Bersani continuano in queste ore a pagare i costi di ricarica, le somme ingiustamente trattenute comprensive degli interessi“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this