13 Dicembre 2006

TELECOM RINUNCIA AD AUMENTO CANONE, IL CODACONS: UNA VITTORIA DEI CONSUMATORI!

    ADESSO L?AZIENDA ENTRI IN CONCORRENZA ABBASSANDO LE TARIFFE TROPPI I BALZELLI TELEFONICI A CARICO DEGLI UTENTI DELLA TELEFONIA FISSA E MOBILE







    Il Codacons esulta per la notizia della rinuncia di Telecom Italia all?aumento del canone, che sarebbe dovuto partire dall?1 gennaio 2007.

    ?Si tratta di una vittoria dell?associazione e di tutti gli utenti ? afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi ? associazione che fin dall?annuncio del rincaro ha protestato vivacemente minacciando ricorsi al Tar contro una manovra che avrebbe danneggiato pesantemente gli utenti?.

    ?Ora Telecom ? prosegue Rienzi ? entri in reale concorrenza con gli altri gestori e avvii una campagna di riduzione delle tariffe, eliminando inutili balzelli che comportano costi non indifferenti per le famiglie?.

    Proprio in riferimento ai balzelli telefonici applicati dai vari operatori telefonici il Codacons ha realizzato uno studio che dimostra come alcune spese legate alla telefonia fissa e mobile rappresentino un salasso per i consumatori.



    TELEFONIA MOBILE (Ipotizzando 50 telefonate nell?arco di un mese)


    Costi di ricarica 75 euro

    Scatto alla risposta 96 euro

    Linea che cade 6 euro



    Totale 177 euro (A)



    TELEFONIA FISSA


    Servizi non richiesti + dialer 50 euro

    Spese di spedizione bolletta 2,64 euro

    Canone Telecom 174,84 euro

    Costi noleggio e manutenzione 15,48 euro


    Totale 242,96 euro (B)


    TOTALE BALZELLI ANNUI TELEFONIA (A+B) 419,96 euro

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox