24 Settembre 2013

TELECOM: CODACONS, ORA GARANZIE PER UTENTI ED ELIMINAZIONE CANONE

TELECOM: CODACONS, ORA GARANZIE PER UTENTI ED ELIMINAZIONE CANONE

(AGI) – Roma, 24 set. – Alla luce dell’aumento della quota di Telefonica in Telco, il Codacons chiede in una nota “precise garanzie per gli utenti”, come “ad esempio, eliminare il canone Telecom, che al limite dovrebbe confluire allo Stato per finanziare la banda larga veloce e non certo arricchire gli azionisti spagnoli”. “Gli organi di gestione della nuova Telecom andrebbero aperti ai piccoli azionisti e agli utenti”, prosegue il Codacons, “infine andrebbero eliminate le penali che pagano gli utenti quando abbandonano la compagnia telefonica, penali eliminate formalmente dalla prima lenzuolata Bersani ma rientrate dalla finestra sotto forma di spese, in realta’ inesistenti”.  Per il Codacons “il problema non e’ se una societa’ e’ italiana o straniera, quanto il fatto che questa societa’ controlla il mercato della telefonia italiana in posizione di oligopolista, di price maker”. “La realta'”, prosegue la nota, “e’ che in questi anni, in nome della tanto sbandierata italianita’, si sono calpestati i diritti dei consumatori e trasferiti i privilegi dell’ex monopolista pubblico all’oligopolista privato”.
L’associazione di consumatori ricorda infine che, secondo gli ultimi dati disponibili contenuti nella relazione annuale 2013 dell’Autorita’ delle Comunicazioni, “Telecom Italia ha il 46,7% della spesa finale degli utenti di rete fissa e mobile (dato 2012), il 50,6% delle quote di mercato nei servizi a larga banda retail (dato del marzo 2013) ed il 64,6% degli accessi diretti alla rete fissa (dato dicembre 2012). Percentuale, quest’ultima, che in alcune regioni diventa bulgara: in Trentino siamo al 78,4%”. (AGI) Rme/Mau

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox