25 Gennaio 2011

Smog, oggi il blocco delle auto inquinanti

MILANO – DOPO dodici giorni di fila con le polveri sottili oltre il livello di guardia, a Milano l’ ipotesi della domenica senz’ auto si fa sempre più concreta. E da oggi non potranno circolare in città tutti i veicoli più inquinanti, che già la legge regionale blocca in inverno dalle 7.30 alle 19.30. Saranno 140 le pattuglie della Polizia Locale che, a partire da stamattina, effettueranno i controlli per il rispetto dell’ ordinanza anti-smog firmata ieri dal sindaco . I vigili monitoreranno, in particolare, le arterie di accesso alla città dove la circolazione è vietata 24 ore su 24 per i mezzi più inquinanti e che essendo oggi la prima giornata in cui entrerà in vigore il provvedimento, sarà consentito un minimo di tolleranza nei confronti di chi contravverrà alle disposizioni sindacali. Ma già nella giornata di domani si agirà a pieno regime. I dati dell’ Arpa, l’ Agenzia regionale per la protezione ambientale, hanno infatti confermato che le concentrazioni di Pm10 sono rimaste anche ieri sopra la soglia consentita di 50 microgrammi per metro cubo (60 a Città studi, 72 a Senato, 49 a Verziere), e il 12° giorno di fila fuorilegge fa scattare la prima fase del piano emergenza del sindaco. Commercianti e codacons hanno contestato il blocco. Per il Codacons, il fatto di non aver dato neanche 24 ore per informare i cittadini sull’ esistenza del provvedimento rende annullabili tutte le eventuali multe che saranno comminate ai veicoli che gia’ a partire da oggi, non potranno circolare. Ma per capire se domenica scatterà o no il divieto per le auto occorrerà verificare che entro questa settimana non si registrino 72 ore consecutive con il Pm10 di nuovo entro la soglia d’ allarme. In sostanza, fino a giovedì lo smog rimarrà oltre i livelli di guardia, l’ ultima domenica di gennaio ci sarà il blocco del traffico. Per affrontare il problema, il presidente della Regione, Roberto Formigoni, convocherà un Tavolo nei prossimi giorni, ma tiene fin dì’ ora a chiarire che le decisioni spettano ai singoli Comuni. Gennaio – anticipa – è il mese più critico, dal 1997, ma al Tavolo valuteremo con gli enti locali cosa decidere: la Regione si offre di fare la regia ma saranno i Comuni a decidere restrizioni del traffico». Confcommercio contesta il blocco dalle 00.00 alle 24.00 che potrebbe entrare in vigore domenica.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this