13 Ottobre 2009

Servizio attivato senza autorizzazione, Telecom condannata

Servizio attivato senza autorizzazione, Telecom condannata
   

 
 
Il Giudice di pace di Acireale, in provincia di Catania, ha condannato la Telecom al rimborso delle spese relative al servizio "Hellò Sempre" dopo che un utente si era rivolto all’associazione perché si era visto attivare il servizio senza sua esplicita richiesta. Lo ha reso noto il Codacons. Per il giudice "non è tollerabile che la Telecom, senza specifica richiesta possa pretendere dagli utenti il pagamento di una modica somma mensile in aperta violazione delle più elementari regole di libertà nella contrattazione nella sfera del privato". Il Giudice ha inoltre annullato le fatture delle telefonate internazionali fatte attraverso i dialer, programmi che, all’insaputa dell’utente, indirizzano la connessione verso numeri a pagamento. Il cliente aveva – secondo quanto afferma il Codacons – inutilmente fatto reiterate richieste di bloccare le chiamate verso numerazioni speciali. Il Giudice ha annullato i conti telefonici delle bollette delle connessioni Internet a pagamento, condannando la Telecom al risarcimento del danno contrattuale subito dall’utente per violazione dei doveri di correttezza e buona fede nell’esecuzione del contratto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox