22 Luglio 2014

Servizi telefonici non richiesti, si muove il Garante

Servizi telefonici non richiesti, si muove il Garante

 

Telecom, Wind, Vodafone e H3G sono finite nel mirino dell’Antitrust. L’Autorità garante della Concorrenza e del mercato ha infatti annunciato l’apertura di un’istruttoria per pratica commerciale, dopo le segnalazioni di consumatori sul fatto che i gestori avrebbero fornito agli utenti di telefonia mobile servizi a pagamento (il cosiddetto servizio premium) non richiesti e/o richiesti inconsapevolmente, addebitando i relativi importi sul credito telefonico dei consumatori.
Carlo Rienzi, presidente del Codacons, commentando la notizia dell’avvio dell’istruttoria dopo le denunce fatte dall’associazione, annuncia: “Se saranno accertati comportamenti scorretti e violazioni dei diritti dei consumatori, avanzeremo azioni risarcitorie nei confronti delle 4 società telefoniche, finalizzate a far ottenere ai loro clienti il rimborso delle somme ingiustamente addebitate sul credito telefonico”.
“Si tratta di servizi che gli utenti non avevano mai richiesto, e che si ritrovavano a pagare loro malgrado”, aggiunge Rienzi che annuncia la prossima pubblicazione sul sito dell’associazione di “un modulo attraverso il quale gli utenti possono già da ora fornire la preadesione all’azione”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox