2 Dicembre 2020

Risorgimento digitale: Tim rinnova l’offerta per la ripartenza dell’Italia

Il primo lockdown ha fatto crescere le competenze digitali degli italiani: il 75% degli adulti ha usato internet con regolarità e 43 milioni di persone sono rimaste in contatto grazie ai servizi di videochiamata. Oltre 8,7 milioni di cittadini hanno usato per la prima volta i servizi digitali della Pa e il 61% continuerà a navigare quotidianamente. Sono questi alcuni dei dati del Rapporto sulla trasformazione digitale dell’Italia elaborato dal Censis in collaborazione con il centro studi Time presentato ieri durante l’evento Operazione Risorgimento Digitale, competenze del.futuro oggi, moderato da Riccardo Luna e a cui hanno partecipato, fra gli altri, Salvatore Rossi e Luigi Gubitosi, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Tim, Paola Pisano, ministro per l’Innovazione Antonio Parenti, capo della rappresentanza in Italia della Commissione europea.L’obiettivo di Operazione Risorgimento Digitale, lanciato durante il lockdown, è accrescere le competenze grazie a nuove iniziative di divulgazione digitale rivolte a tutti. Il progetto oggi si rinnova nei format con piattaforme, webinar gratuiti e livelli di apprendimento. Secondo lo studio Censis, l’uso più intenso dei servizi online registrato nella fase 1 della pandemia porterà l’Italia a un balzo in avanti di sei posizioni rispetto al 25° posto del Digitai economy and society index 2020 – Desi. Basti pensare che il traffico per servizi di videocomunicazione è aumentato di circa otto volte e quasi nove italiani su dieci hanno potuto continuare a svolgere le loro attività a distanza. Su queste basi, Operazione Risorgimento Digitale offre il suo contributo per la ripresa del Paese, rafforzando il capitale umano attraverso nuove attività formative che si orientano non solo all’inclusione di chi finora non ha mai utilizzato le tecnologie, ma anche al rafforzamento di chi ha già competenze di base. Per iniziare Tim ha lanciato le prime 50 classi della scuola di Internet aperta a tutti. Un ampio programma con lezioni gratuite sui principali temi della rivoluzione igitale: sicurezza informatica, home banking, ecommerce, fascicolo sanitario elettronico, Spid e PagoPa Un altro percorso formativo è studiato per i Consumatori digitali, consapevoli e sicuri (in collaborazione con Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori e U.Di.Con L’app Mygrants, in collaborazione con Italiacamp, è rivolta ai migranti, mentre Nuovi docenti digitali è il corso di Weschool per aiutare i professori della scuola secondaria a utilizzare la didattica integrata con le scuole aperte. le imprese, è disponi ile il percorso certificato da d ocenti universitari per accelerare l’acquisizione delle competenze digitali dei lavoratori, basato sul framework Digicomp 2.1 e articolato su cinque diverse macro aree suddivise in 21 competenze. Proseguono in parallelo le master class con un nuovo catalogo rivolto alle Pmi e agli imprenditori su trasformazione digitale, web e marketing, big data, Iot, Ai e cloud. Infine, sarà disponibile un percorso di elearn ing in quattro moduli dedicato ai dipendenti pubblici. temi affrontati sono la trasformazione digitale, come cambiano gli uffici pubblici, la d ematerializzazione, d ir itti digitali, le sfide del futuro. «Abbiamo vissuto un’ e- terribile», ha detto Gubitosi, «ma che ha provocato un’accelerazione perché anche chi era pigro o non sentiva l’esigenza di usare i servizi digitali li ha dovuti provare, dopo averli provati non si torna più indietro».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox