11 Settembre 2019

RIFIUTI: CONFCOMMERCIO, TASSE SEMPRE PIÙ CARE, +76% DAL 2010

 

CODACONS: E’ PARADOSSO ITALIANO. TASSE SU RIFIUTI AUMENTANO MA SERVIZIO PEGGIORA. SERVE LEGARE TARIFFA A SODDISFAZIONE UTENTI

La tassa sui rifiuti rappresenta un paradosso tutto italiano. Lo afferma il Codacons, commentando lo studio di Confcommercio secondo cui dal 2010 la spesa dei cittadini per la spazzatura è aumentata del +76%.
“I dati di Confcommercio confermano ancora una volta come i cittadini siano utilizzati al pari “bancomat” attraverso l’imposizione di tasse in costante aumento su servizi essenziali come i rifiuti, nonostante la qualità dei servizi resi sia in netto peggioramento – spiega il presidente Carlo Rienzi – Emblematico in tal senso è il caso del Lazio, dove il costo della Tari pro-capite è il più elevato d’Italia con una crescita del +7%, a fronte di un livello di qualità e quantità del servizio del tutto insufficiente e fermo a quota 3,2 su 10”.
“Si tratta di una presa in giro a danno delle tasche dei cittadini, che in alcune regioni pagano tasse sempre più alte per riceve un servizio sempre più scadente – prosegue Rienzi – Per tale motivo l’andamento della tassa sui rifiuti deve essere indicizzato al livello di soddisfazione degli utenti, legando le tariffe al reale servizio reso sul territorio”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox