6 Dicembre 2004

PREZZI/ INTESACONSUMATORI: MAFIA? INTERVENGA ANTITRUST E DDA



Roma, 6 dic. (Apcom) – Non mancano le reazioni dopo l`intervista del Presidente di Confcommercio, Sergio Billè, apparsa oggi sulla Stampa.

Le associazioni dei consumatori polemizzano e accusano Billè di fare marcia indietro rispetto a quanto il Presidente avrebbe sempre sostenuto in materia di rialzo dei prezzi. Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori ritengono che “dopo l`intervista del Presidente Billè, sia doveroso sia l`intervento dell`Antitrust, sia della Direzione Distrettuale Antimafia, per valutare se le accuse del presidente Billè siano fondate oppure abbiano l`unico scopo, come al solito, di depistare“. Le associazioni dei consumatori evidenziano che mentre in passato Billè ha sempre accusato Intesaconsumatori di “terrorismo psicologico“, e di avere “studiato a tavolino“ le polemiche sul carovita, oggi invece sulla Stampa il Presidente di Confcommercio ha parlato di una “filiera mafiosa“ che porterebbe a rincari anche del 40% per i consumatori.

“Non sappiamo – polemizzano Adoca, Adusbef, Codacons e Federconsumatori che sottolineano che i ricarichi su prodotti ortofrutticoli e su altri prodotti freschi toccherebbero in realtà anche punte del 700% – se si tratta di una denuncia o di una autodenuncia ma evidentemente il presidente Billè si è accorto oggi che la filiera agroalimentare sarebbe in mano ai “mafiosi““.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox