7 Dicembre 2004

PREZZI: INTESACONSUMATORI, BILLE` SI ARRAMPICA SUGLI SPECCHI

PREZZI: INTESACONSUMATORI, BILLE` SI ARRAMPICA SUGLI SPECCHI




ALTRO CHE FILIERA MAFIOSA, DOV`ERA QUANDO NOI DENUNCIAVAMO?





(ANSA) – ROMA, 6 dic – “Per il presidente di Confcommercio Sergio Billé i ricarichi dei prezzi di ortofrutta ed altri prodotti freschi dal campo alla tavola, che arrivano anche al 700% e non del 20-40%, sono frutto di una `filiera mafiosa`. Il presidente Billé si arrampica sugli specchi per spostare l`attenzione su chi ha impoverito, con il pretesto dell`euro, i consumatori, dalle cui tasche sono stati trasferiti 52 miliardi di euro, il 4% del Pil. Ma dov`era Billé quando Intesaconsumatori denunciava la speculazione allegramente avvenuta col consenso-assenso del Governo?“. A ribattere al presidente dell`associazione dei commercianti è Intesaconsumatori (Adusbef, Adoc, Codacons e Federconsumatori), che si rifà all`intervista rilasciata da Billé a `La Stampa` e risponde all`accusa di fare “terrorismo psicologico“. “Non sappiamo se quella di Billé è una denuncia o una auto-denuncia – continua l`alleanza delle associazioni di tutela del consumo – Ma evidentemente il presidente Billé, che ha sempre respinto le speculazioni pur evidenti denunciate dall`Intesaconsumatori con il pretesto dell`euro e che si è sempre battuto per evitare che ci fosse il doppio prezzo lira-euro su cartellini come in tutti gli altri paesi dell`aerea euro, sia per conservare la memoria storica dei prezzi in lire, che come uno degli antidoti ai fenomeni speculativi, accusando sempre gli `altri` (rincari delle tariffe, occupazione di suolo pubblico, aumenti di Ici, Tarsu, ecc. che ricadeva sui bilanci dei `poveri commercianti`), degli allegri ritocchini effettuati da coloro che hanno determinato i prezzi, impoverendo grandi masse di lavoratori dipendenti e pensionati che non avevano la facoltà di aumentarsi stipendi e pensioni, in una folle rincorsa che ha portato la `grande depressione` dalla quale non é facile uscirne, si è accorto oggi che la filiera agroalimentare sarebbe in mano ai `mafiosi“`. Intesaconsumatori, che farà le sue proposte sui prezzi domani 7 dicembre 2004 in una conferenza stampa, ritiene che dopo l`intervista del presidente Billé, “sia doveroso sia l`intervento dell`Antitrust, già chiamata a verificare se i grossisti impongono gli stessi prezzi per acquistare beni, sia la Direzione Distrettuale Antimafia, per valutare se le accuse del presidente Billé siano fondate oppure abbiano l`unico scopo, come al solito, di depistare“.(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox