fbpx
28 Agosto 2011

Per tre mesi senza il telefono sarà risarcito da Vodafone

 

 
 
 
Un 47enne udinese ha vinto tramite il Codacons una causa contro la Vodafone: una sentenza del giudice di pace di Udine ha infatti condannato la compagnia telefonica a risarcire l’ uomo per un’ attivazione non richiesta della linea telefonica, che ha determinato il distacco dell’ utenza e il mancato funzionamento del telefono per 3 mesi prima del nuovo rientro in Telecom. L’ illegittimo distacco della linea ha procurato all’ utente un danno morale e patrimoniale, quantificato in 1100 euro più spese (circa 2000 euro in tutto). "Il 13 febbraio 2009 – racconta il presidente del Codacons friulano, Vitto Claut – il nostro assistito riscontrava problemi di connessione sia alla linea telefonica che a Internet. Dopo aver contattato la Telecom, l’ utente ha scoperto che il gestore Vodafone aveva avviato le procedure tecniche per un trasferimento mai richiesto". Inutile la lettera inviata a Vodafone, in cui il 47enne evidenziava l’ anomalia e richiedeva l’ immediato rientro in Telecom. L’ uomo per mesi ha subito grossi disagi per effettuare e ricevere chiamate, non riuscendo a connettersi a Internet. Alle chiamate in entrata rispondeva la segreteria Vodafone, a cui però non riusciva ad accedere, almeno per poter ascoltare i messaggi. Così si è rivolto al Codacons di Udine per risolvere il problema, dopo che i legali della Vodafone, durante i tentativi di conciliazione con il Corecom, avevano addotto come giustificazione "un errore": il trasferimento era infatti destinato a un cittadino veneto. La compagnia negava ogni responsabilità, rifiutandosi di pagare i danni per i disagi causati. Intervenuto il Codacons, la questione si è conclusa con un risarcimento dei danni stabilito dal giudice di pace del Tribunale di Udine Massimo Armellini, quantificato non solo tenendo conto dei maggiori costi affrontati per l’ utilizzo di utenze cellulari mobili e per le diverse applicazioni necessarie alla navigazione in internet, ma anche per i disagi e lo stress. "Purtroppo – spiega il presidente del Codacons di Udine Nicola D’ Andrea – sempre più spesso con le compagnie telefoniche accadono questi disguidi che potrebbero essere risolti con una semplice telefonata o raccomandata, e si protraggono per mesi, causando disagi rilevanti agli utenti".
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox