fbpx
30 Giugno 2019

Nuove tecnologie ed effetti negativi sulla salute Parola agli esperti

– TRAVACÒ SICCOMARIO – CHE cosa cambia con la nuova tecnologia 5G? Come interagiscono le antenne in arrivo anche sul nostro territorio con la salute degli esseri viventi? Otto dei 15 Comuni lombardi individuati per la sperimentazione sono pavesi. «Troppi – ha sentenziato il Codacons -. Ci sono studi scientifici che dimostrano come l’ introduzione di questa tecnologia presenti problematiche per l’ uomo». Per saperne di più e rispondere ai tanti interrogativi che si rincorrono, il Comune di Travacò Siccomario e Comunità Slow Food per la valorizzazione delle Acque del Siccomario hanno organizzato una serata informativa con il fisico Andrea Grieco, che da anni si occupa delle problematiche connesse all’ inquinamento elettromagnetico e Paolo Orio tra i fondatori dell’ Associazione italiana elettrosensibili. «LE ANTENNE 5G lavorano su frequenze diverse rispetto a quelle di telefonia – ha spiegato Grieco -. Utilizzano una tecnologia innovativa per direzionare le radiazioni: è una specie di faro che spazzola. Per questo le antenne vengono messe sui tombini, sulle edicole, sui semafori, per coprire tutto il territorio. In alcuni casi si usano anche i droni con un irraggiamento dall’ alto». E provocheranno effetti termici, ma non solo. «L’ inquinamento elettromagnetico non nasce con le antenne per la telefonia – ha aggiunto il fisico – è cominciato con Marconi, ma determinate frequenze possono interferire sui sistemi di scambio tra esterno e interno di una cellula e sostanze dannose possono entrare nel cervello». Secondo il dottor Paolo Orio, poi a soffrire maggiormente sono i bambini che, per loro conformazione fisica, assorbono più radiazioni: «Gli effetti che le microonde hanno sull’ essere umano e sull’ intero ecosistema sono infiniti. E limiti alle radiazioni imposti dai vari governi non ci proteggono». MM.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox