fbpx
23 Dicembre 2019

MALTEMPO, COSTIERA AMALFITANA: CHE FINE HANNO FATTO I FONDI PER LA MESSA IN SICUREZZA?

    Maltempo in Costiera Amalfitana: il Codacons denuncia la Regione Campania per abuso di atti d’ufficio e raccoglie il sostegno dei cittadini per una possibile azione legale.

    I FATTI

    Nei giorni scorsi sono stati registrati gravi danni in Costiera Amalfitana a causa del maltempo. Frane, strade impraticabili o chiuse, esondazioni, cedimenti e crolli ovunque: il caos e i disagi per i cittadini, come al solito, sono stati immensi. Letteralmente abbandonati a sè stessi, infatti, sono stati loro a pagare il prezzo più alto di antichi problemi: in primis, quello della mancata manutenzione del territorio stesso.

    LA DENUNCIA

    Per questa ragione abbiamo depositato una formale denuncia alla Procura della Repubblica di Salerno contro la Regione Campania per la fattispecie di abuso di atti d’ufficio. Al centro dell’esposto la ripartizione dei fondi pubblici in favore degli Enti Locali e destinati alla messa in sicurezza del territorio: risorse che la Regione avrebbe ripartito in violazione delle normi vigenti, avvantaggiando alcuni Comuni guidati da soggetti che hanno legami con l’amministrazione regionale, a dispetto di altri Comuni che avrebbero avuto diritto a godere dei finanziamenti.

    L’arbitraria assegnazione dei punteggi da parte della Regione Campania ha causato il mancato finanziamento di progetti relativi a interventi molto urgenti – per esempio a Cetara e Tramonti, Comuni che proprio in queste ore hanno subito frane, esondazioni e altri danni ingentissimi a causa del maltempo, con grave rischio per la popolazione locale.

    Danni che con ogni probabilità si sarebbero potuti evitare nel caso in cui la Regione avesse finanziato i progetti presentati dai due Comuni.

    L’INIZIATIVA CODACONS

    È proprio per accertare questi fatti che la Guardia di Finanza ha scelto di acquisire presso il Codacons, su ordine della dott.ssa Cassaniello della Procura di Salerno, le prove documentali circa la distrazione dei fondi pubblici.

    L’Associazione, proprio per ragioni di trasparenza e corretta informazione dei cittadini, ha deciso di pubblicare i documenti attestanti gli abusi nella destinazione dei fondi regionali per la messa in sicurezza del territorio.

    Il Codacons, inoltre, sta preparando un’azione risarcitoria collettiva alla quale potranno partecipare tutti i cittadini residenti in Costiera Amalfitana.

    PRE-ADESIONE SENZA IMPEGNO

    Per pre-aderire gratuitamente, senza impegno, all’iniziativa ed essere aggiornati dal Codacons riguardo gli sviluppi della vicenda clicca qui. La preadesione non comporta l’obbligo di aderire in seguito all’eventuale azione legale vera e propria.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox