fbpx
10 Marzo 2005

Le chat line il rimedio alla solitudine

Le chat line il rimedio alla solitudine

Anziana le chiamava a raffica, in due mesi bolletta di 24 mila euro

«Stavo al telefono perché mi sentivo sola». Una storia di moderno disagio, figlia della solitudine e del bisogno di contatti umani, sempre più difficili da trovare nelle città. Si sentiva sola e trascorreva ore al telefono l?anziana signora, residente in uno dei centri del Sudmilano, che si è vista recapitare una bolletta record da 23.982,28 euro, per le telefonate fatte a un numero speciale a pagamento, con un prefisso 892.La denuncia arriva dal Codacons, che vista la particolarità del caso, ha già provveduto alla segnalazione del nome della donna ai servizi sociali del comune e preferisce quindi mantenere il riserbo su altri particolari. Il caso è stato comunque denunciato dalla stessa signora, che si è rivolta all?associazione di tutela dei consumatori spaventata dalla bolletta esorbitante. Un record per l?italia: poco meno di 24 mila euro per due mesi di telefonate. Il Codacons, dopo la sollecitazione, si è rivolto all?operatore telefonico, la società Fastweb, che ha declinato ogni responsabilità e ha mostrato i tabulati che hanno confermato l?entità del traffico telefonico e la sua natura. Così è emerso che la bolletta era arrivata a cifre da Guinness dei primati grazie alle lunghe telefonate fatte dalla donna a un numero 892, un prefisso che dà accesso a telefonate a tariffa particolare, in questo caso utenze legate a cartomanti o astrologi. Che venivano utilizzati dalla signora come una sorta di telefono amico. «Quello che è più strano ? rivela infatti l?ufficio stampa di Codacons ? è che la signora ha chiesto la riattivazione del numero, dopo che Fastweb glielo aveva interrotto». L?operatore telefonico infatti è obbligato a segnalare impennate nei consumi e a verificare, in casi come questo, la natura di telefonate ritenute fuori controllo: procedura che è stata seguita anche in questo caso, come conferma la società, che aveva anche chiuso la linea della signora. Ma è stata proprio questa a chiedere più volte il suo ripristino, giustificandosi poi con i consulenti legali incaricati dalla Codacons che le chiedevano del perché della riattivazione del servizio: «Mi sentivo sola, avevo bisogno di parlare con qualcuno».«Purtroppo queste persone che sfruttano la solitudine e i bisogni della gente sanno dove colpire e come farlo ? dice il segretario lodigiano della Federconsumatori Francesco Castellotti -, e queste trasmissioni di cartomanti e veggenti rispecchiano i cambiamenti e la natura del nostro paese meglio dei programmi di prima serata pieni di lustrini e di persone di successo. Questa bolletta record non è un caso isolato, riceviamo ogni giorno segnalazioni di questo tipo. Nella Bassa un anno fa si era diffusa ad esempio una truffa via posta, con delle lettere di cartomanti che minacciavano ignare persone di avere chissà quale malocchio o negatività, sperando in questo modo di attirarli in una rete. E qualcuno, i più deboli innanzitutto, ci casca, scambiando per un possibile aiuto la furbizia dei truffatori. Servirebbe un codice di comportamento e limiti più rigidi a queste trasmissioni, un?iniziativa in questo senso è stata presa proprio ieri (martedì per chi legge, ndr) dall? Autorità per le comunicazioni che ha imposto lo stop alle trasmissioni di televendite relative a beni e servizi di astrologia, cartomanzia e pronostici, tra le ore 7 e le 23».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox