21 Agosto 2008

Le Authority: rincari Vodafone e TIM sotto controllo

Sono scese in campo anche le Authority nazionali, sul caso dei rincari delle nuove tariffe di Vodafone e Tim di Franco Forte Ci provano anche le Authority a monitorare il can can suscitato dai rincari delle tariffe di TIM e Vodafone, annunciati nei giorni scorsi a milioni di loro clienti tramite uno scarno SMS. Dopo la presa di posizione delle associazioni dei consumatori, come il Codacons e l`Aduc, adesso anche l`Agcom (l`Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) di Corrado Calabrò e l`Antitrust di Antonio Catricalà, stanno seguendo il caso, per verificare se fra TIM e Vodafone ci siano stati accordi preliminari o comunque poco chiari per l`introduzione di questo vero e proprio terremoto tariffario che vedrà coinvolti più di 10 milioni di utilizzatori di cellulari in Italia. In realtà, le Authority si stanno limitando a “tenere sotto osservazione” i due operatori telefonici, visto che nessuna denuncia è pervenuta ufficialmente, né da cittadini privati né dalle associazioni dei consumatori, e quindi non è possibile, a rigor di legge, aprire una procedura ufficiale di intervento. Ma è evidente che il fatto che le autorità per le garanzie stiano con gli occhi aperti sul problema potrà portare qualche beneficio agli utenti sorpresi dalla “botta” ricevuta in piene vacanze. Uno dei problemi più seri da affrontare, infatti, sarà la verifica all`atto pratico di quanto dichiarato da TIM e Vodafone, ovvero la possibilità per gli utenti delle due compagnie telefoniche di passare davvero ad altro operatore telefonico senza costi aggiuntivi, mantenendo il proprio numero di telefono e potendo portare con sé il credito residuo accumulato sulle ricaricabili. E` soprattutto su questo che le Authority dovranno tenere gli occhi aperti, insieme a quanto faranno le associazioni dei consumatori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox