21 Maggio 2019

L’ azienda rassicura ma si rischia una class action

Lo strappo di Google verso Huawei, ovvero la sospensione della licenza del sistema operativo Android fornita dal colosso americano, potrebbe avere un impatto sui consumatori. Lo sostiene il Codacons, ipotizzando conseguenze che vanno «dalla mancanza di alcuni servizi Google all’ impossibilità di eseguire aggiornamenti di sicurezza sugli smartphone, fino alla limitazione delle funzionalità». L’ associazione di consumatori minaccia quindi una class action, per tutelare gli italiani possessori di questi telefonini cinesi. Ciò nonostante le rassicurazioni giunte sia da Google agli utenti, sul funzionamento di Google Play e le protezioni di sicurezza di Google Play Protect, così come da Huawei, nel continuare a fornire aggiornamenti e servizi post-vendita. Si tratterebbe di numeri consistenti. Come riferisce Huawei Italia, più di uno smartphone Android su tre, dai dati di marzo, è Huawei (36,6%). Il marchio cinese (considerando insieme Huawei e Honor), come quota di mercato ha raggiunto la seconda posizione per gli smartphone: il 32,1% (27,7 più 4,4) come unità vendute e il 22,8% (20,5 più 2,3) per valore delle vendite.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this