29 Gennaio 2010

Inquinamento,17 giorni fuorilegge “Stop alle auto, usate bus e metrò”

Il 17 porta male (diciassettesimo giorno consecutivo di smog sopra i limiti) e porta novità. Domenica, eccetto auto elettriche, a metano e gpl, stop al traffico dalle 10 alle 18. Tutti a piedi a Milano e forse altrove: oggi decideranno i sindaci della provincia. Da lunedì, pagheranno l’ Ecopass anche i proprietari di auto diesel Euro 4. Ecco i provvedimenti di CoEcopass Lunedì dovrebbe scattare l’ Ecopass anche per diesel Euro 4 ma è giallo sulla delibera mune, Regione e Provincia. Tutto chiaro? No. Nel senso che è già caos l’ estensione dell’ Ecopass. Dov’ è la delibera? Quando sarà pronta? Fin qui s’ è capito solo questo: se per tre giorni di fila i valori dello smog torneranno sotto i limiti, i possessori di diesel Euro 4 non pagheranno l’ ingresso. Il Verde Enrico Fedrighini: «Solito pasticcio. La conferma che si vuole tirare fino alle elezioni e non elaborare una vera strategia». Le critiche sono diffuse anche nella maggioranza. «Siamo davanti a un’ aspirina per curare la broncopolmonite» la frase del leghista Matteo Salvini non piaciutaa un vicesindaco Riccardo De Corato peraltro scettico sul blocco: «Servirà? Si potrebbe andare a vedere le passate esperienze…». Vedremo, più che altro respireremo. Per intanto, le novità rompono giorni di attesa (o forse attendismo?) delle istituzioni in contemporanea con la costante testardaggine dell’ inquinamento. Il governatore Roberto Formigoni ha fatto sapere che «non siamo dei baluba», cioè sprovveduti, ricordando che «il nostro l’ abbiamo fatto». Per nostro intende la Regione: «Oltre 130 milioni di incentivi per sostituire caldaie e auto inquinanti». Frecciata al Comune? Il sindaco Letizia Moratti ha parlato (e difeso) l’ Ecopass: «Ha contribuito a ridurre del 17% le concentrazioni di Pm10». Detto di Regione e Comune, andiamo alla Provincia. Accolto il suggerimento del presidente Guido Podestà: quando farà meno freddo, partirà la sperimentazione del lavaggio strade con acqua in un tratto di cinque chilometri. Obiettivo: evitare che le polveri non si alzino poi dall’ asfalto. Ora, giro di pareri. Confcommercio: «Il blocco? Interventi anche su tutte le fonti d’ inquinamento». La Moratti: «I provvedimenti adottati servono a dare un segnale ai cittadini. Affinché contribuiscano in una città che ha la possibilità di utilizzare i mezzi pubblici». Stando all’ annuncio dell’ Atm, domenica, «aumento fino al 50% delle corse sulle tre linee metropolitane». L’ ex assessore all’ Ambiente Edoardo Croci: «Il blocco di domenica? Segnale poco più che simbolico, con cui si riconosce che c’ è il problema». Il consigliere provinciale (Pd) Roberto Caputo: «Il blocco avviene a tempo scaduto». Il Codacons: «L’ allargamento dell’ Ecopass è ridicolo, per non dire offensivo». De Corato a Salvini: «Pillitteri chiuse il centro e Formentini lo riaprì… Salvini abbaia a se stesso». Oggi, dalle 17.30 alle 19.30, per iniziativa di Fedrighini e Carlo Montalbetti (Lista Ferrante), in Comune esibizione del comico Diego Parassole e quindi lectio magistralis su smog e soprattutto sui danni alla salute del professor Paolo Crosignani, che nella vita fa il medico all’ Istituto dei tumori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this