29 Gennaio 2003

INFLAZIONE: BASTA CON LA PSICANALISI DEI CONSUMATORI,BISOGNA INTERVENIRE SULLE TARIFFE

    INFLAZIONE: BASTA CON LA PSICANALISI DEI CONSUMATORI, BISOGNA INTERVENIRE SULLE TARIFFE L?INTESA DEI CONSUMATORI BOCCIA I MINI-ASSEGNI E L?INTRODUZIONE TARDIVA DELLE BANCONOTE DA 1 E 2 EURO E INVITA A NON GIOCARE A “MONOPOLI“ SULLE SPALLE DEI CITTADINI





    L?Intesa dei consumatori chiede di porre fine a questa continua corsa alla psicanalisi del consumatore, alla ricerca di spiegazioni che possano giustificare l?immensa differenza tra inflazione percepita ed inflazione registrata dall?Istat.

    Ciò che serve non è mettere il consumatore sul lettino e analizzare le sue opinioni sull?aumento dei prezzi, aumenti su cui tra l?altro non vi sono più dubbi, bensì intervenire in maniera diretta per risolvere il problema a monte. Non dimentichiamo infatti, commenta l?Intesa, che non sono solo i prezzi al dettaglio a salire, ma anche le tariffe, che crescono col benestare di istituzioni e authority varie e che colpiscono tutte le famiglie italiane.

    E? necessario, sostiene l?Intesa, intervenire con riforme strutturali per ridurre le tariffe italiane che sono tra le più alte d?Europa, riducendo l?iva sul gas, introducendo l?acquirente unico per l?energia elettrica, modificando la rete di distribuzione dei carburanti, riducendo il tasso di interesse sui mutui agevolati ecc.

    ADOC, ADUSBEF, CODACONS e FEDERCONSUMATORI, inoltre, lanciano un accorato appello: non giochiamo a Monopoli sulle spalle dei consumatori! Idee ludiche come quella dei mini assegni, avanzata dalla Confcommercio, non solo appaiono ridicole, ma non servirebbero assolutamente a nulla, visto che il problema non è la percezione dell?inflazione, ma l?aumento di prezzi e tariffe che, considerazioni soggettive a parte, c?è ed è tangibile per chiunque.

    Perplessità inoltre sono espresse dall?Intesa anche in merito all?eventuale introduzione di banconote da 1 e 2 euro. I tempi per l?immissione in commercio di tali banconote infatti sarebbero assai lunghi ( solo nel 2007 entrerebbero in vigore) e ciò annullerebbe gli effetti positivi sull?inflazione, senza contare che l?intera operazione avrebbe un costo non indifferente che, manco a dirlo apposta, graverebbe sulle tasche dei cittadini.



    Intesa


    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox