20 Settembre 2001

IL CODACONS RISPONDE ALL?ATAC

    Dalle regioni… LETTERA APERTA A MARIO DI CARLO, PRESIDENTE ATAC E STA







    Intanto siamo felici ma stupiti che il Sig. Di Carlo dell`Atac si accorga dell?esistenza delle associazioni dei consumatori solo quando gli arriva una diffida o una denuncia. Farebbe meglio il suo mestiere di amministratore pubblico a colloquiare con tali enti che hanno la rappresentanza degli interessi dei cittadini in forza non della sua graziosa concessione ma della legge 281/98 prima di commettere errori e adottare provvedimenti che colpiscono gli interessi di milioni di cittadini.
    Quanto alle sue perplessità sulla nostra diffida relativa ai varchi desideriamo ricordargli i nostri ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato degli anni 1999-2000, tutti accolti, con i quali anche i varchi nei Ministeri sono stati bloccati perchè pericolosi per la salute umana.
    Inoltre ammettiamo che la nostra duplice anima, di associazione ambientalista e consumerista insieme, ci rende necessario fare la sintesi degli interessi spesso contrapposti: la nostra ricetta è salvaguardare l`ambiente senza soffocare i diritti civici. Corollario di questa ricetta è che, se basta un vigile urbano al varco per garantire i diritti dei cittadini, quel vigile deve essere piazzato in strada. Non ci piace giustificare le omissioni di multe a chi non porta le cinture o a chi sporca le strade con la cacca dei cani con le carenze di organico…il Sig. Di Carlo se vuole lo faccia, noi non siamo d`accordo. E poi tolti i vigili dalle strade sostituiti dagli ausiliari della Sta e dai varchi ma cosa faranno questi beneficiati dal Signore???

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox