23 Settembre 2004

Gli sms costano troppo denuncia dei consumatori






MILANO ? L`ultima offensiva è un telegramma minaccioso di diffida, appena spedito al presidente dell` Autorità per le Telecomunicazioni Enzo Cheli. Obiettivo: incalzare l`Authority che finora non si è mossa :«Ogni giorno che passa i cittadini pagano ingiustamente milioni di euro per Sms troppo cari» ricorda Carlo Rienzi, presidente del Codacons. Ma l`Intesa dei Consumatori non si fa troppe illusioni. «Cheli ? Sugli Sms fa orecchie da mercante, spetta a lui intervenire». «Tariffe opache, inutili scatti alla risposta, promozioni dubbie, stangate sui cittadini che telefonano all`estero» rincarano i consumatori. Ma soprattutto sms a prezzi astronomici. Contro il caro-sms le Associazioni dei consumatori avevano proclamato a metà luglio il primo sciopero dei cellulari, un black out di due ore (adesione modesta, neanche il 20%). Perché questa clamorosa protesta? «In gran silenzio, i gestori hanno varato nuovi piani tariffari portando il costo di ogni sms a 0,15 centesimi contro i precedenti 0,12. Un salasso che dissangua i 33,5 milioni di italiani che si scambiano regolarmente messaggi sul telefono cellulare» ricorda Rienzi. Un alluvione quotidiano di messaggini che si stanno rivelando un pozzo di ricavi senza fondo per i gestori dei telefoni cellulari. L`anno scorso ne sono stati spediti oltre 25 miliardi, il che significa un incasso di almeno 3 miliardi di euro. Ovvero, 6 mila miliardi delle vecchie lire. «Ma il vero scandalo ? insiste Rienzi ? è che il prezzo del servizio è fuori del mondo, del tutto sganciato dal costo industriale sostenuto dalle compagnie telefoniche per gestire l`invio di un sms. A noi risulta un costo industriale di 1 centesimo mentre all`utente ne vengono richiesti 15. In nord Europa siamo a 0,5-0,6, in Francia il costo è sceso a 0,9- 10» È davvero una inesauribile miniera d`oro per gli operatori :«Il guadagno per ogni sms è superiore al guadagno di una normale telefonata. I gestori hanno quindi tutto l`interesse a favorire i messaggi che fra l`altro non vanno a pesare sull`affollamento della rete» argomenta il Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox