14 Settembre 2011

È il giorno di Gambuzza?

È il giorno di Gambuzza?
 

L’ intero tessuto imprenditoriale della provincia iblea guarda alla giornata di oggi come al momento in cui si potrà trovare la giusta sintesi per raggiungere la collegialità nell’ azione di governo della Camera di Commercio di Ragusa. Stamani alle 9 è convocata la nuova seduta del Consiglio generale della camera che dovrà procedere all’ elezione del presidente. Il favorito resta assolutamente Sandro Gambuzza. Per lui sarà davvero un election day. Per questa terza votazione sono necessari, per raggiungere il quorum, solo 12 voti. Nella prima e seconda votazione ne servivano almeno 15. E 12 voti sono esattamente quelli che ha riportato Gambuzza nelle votazioni precedenti. Se non ci saranno franchi tiratori e novità dell’ ultima ora, e dunque se resterà, come sembra, il sostegno della Confcommercio, Gambuzza sarà il nuovo presidente della Camera di Commercio. Resterà da capire, ed è questo il vero nocciolo, se la Cna, la confederazione degli artigiani, che in consiglio conta su sei voti, appoggerà o meno Gambuzza. La questione, a questo punto, visto che sembra tramontata l’ ipotesi di un altro candidato (al di là della candidatura Cascone che nei fatti è stata ritirata da Cna), è capire se la nuova presidenza nascerà da una collegialità di intenti. Interlocuzioni nuove si sono sviluppate per tutta la giornata di ieri, soprattutto tra Cna e Confcommercio per fare in modo che si possa cedere qualcosa e dare spazio anche alla Cna nel governo dell’ ente camerale. Sembra che i problemi principali tra la Cna e il candidato alla presidenza della Camera di Commercio si siano avuti sulle nomine interne a Sac e a Soaco, le due società siciliane che gestiscono rispettivamente l’ aeroporto di Catania e l’ aeroporto di Comiso. L’ accordo tra la parte del comparto agricolo che appoggia Gambuzza (Confagricoltura e Cia) e la Confcommercio, avrebbe invece previsto la vicepresidenza in favore di Angelo Chessari della Confcommercio. E sempre per questo organismo ci sarebbero i posti di sottogoverno. Nulla, invece, per la Cna, che ieri sera si è riunita al suo interno, in vista delle votazioni di stamani, decidendo poi di annunciare direttamente durante la riunione del consiglio generale la sua posizione, che presumibilmente sarà di astensione. Se ciò accadrà, la casa delle imprese ne uscirà fuori più debole in quanto mancherà la collegialità d’ intenti tanto auspicata praticamente da tutte le parti. Compresa la parte rappresentata dai consumatori che stamani saranno alla Camera di Commercio a sostegno della candidatura Gambuzza. Lo si comprende dalle dichiarazioni del presidente nazionale del Codacons, Franco Tanasi che sarà a Ragusa per seguire l’ evoluzione delle elezioni all’ ente camerale. Tanasi è stato invitato a presenziare dal coordinatore Codacons di Ragusa, Dario Giannone, e dal rappresentante dei consumatori in seno al Consiglio della Camera di Commercio, Marco Tanasi. Quest’ ultimo si dichiara soddisfatto per il fatto che il candidato alla presidenza Gambuzza abbia riconosciuto l’ importanza del ruolo dei consumatori per lo sviluppo dell’ ente camerale e del territorio ragusano "e per questo otterrà il nostro pieno appoggio. Come rappresentante unico dei consumatori alla Camera di Commercio – continua Tanasi – mi impegnerò al massimo per affermare l’ importanza del ruolo del consumatore, che non è solo un fruitore di servizi e prodotti, ma è cittadino portatore di aspettative e centro di diritti, non più in posizione subordinata e di sudditanza come accaduto in passato, ma soggetto che interagisce col sistema. Il consumatore – ha concluso Tanasi – oggi è un attore indiscusso: non più parte debole, ma controparte attiva del mondo produttivo".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox