20 Gennaio 2005

Cresce il canone per le utenze affari

Cresce il canone per le utenze affari. I consumatori ottengono dall?Autorità di bloccare gli aumenti sulle telefonate ai cellulari


Telecom, ecco le nuove tariffe del fisso


Più caro lo scatto alla risposta, ma dopo tre minuti di urbana si paga meno






ROMA. Da domenica scattano le nuove tariffe Telecom nelle chiamate urbane, resta invariato il canone per le utenze domestiche, aumenta invece quello per le utenze affari. Il via libera è arrivato ieri dall?Autorità per le comunicazioni dopo che la società guidata da Marco Tronchetti Provera aveva modificato una prima richiesta che prevedeva aumenti anche nelle comunicazioni fisso-cellulare. «La manovra non porterà rincari complessivi per le famiglie». La rassicurazione viene da Paola Manacorda, commissario dell?Autorità. Le nuove tariffe prevedono l?aumento del costo dello scatto alla risposta (da 6,2 centesimi a 7,87), ma un abbassamento del costo di un minuto di conversazione che passa da 1,9 cent a 1,43 nella fascia intera (ogni giorno feriale dalle 8 alle 18.30) e da 1,09 centesimi a 0,83 nella fascia ridotta (sabato, festivi e ogni giorno dalle 18,30 alle 8). Fatti i calcoli, il traffico locale è pari a 56 miliardi di minuti all?anno, Intesaconsumatori mette in guardia: «Le chiamate brevi, fino a tre minuti, aumenteranno di costo, mentre calano quelle sopra i tre minuti». I consumatori si dicono soddisfatti per il blocco delle tariffe fisso-cellulare. «Senza la forte protesta dell?Intesaconsumatori, il cambiamento avrebbe avuto un costo non indifferente per gli utenti, circa 37 euro a famiglia. Ma siamo rammaricati per non essere riusciti a fermare l?aumento del canone affari (passato da 17 a 18,3 euro al mese da gennaio)». Per Telecom significa 72 milioni di euro in più all?anno. Le conversazioni urbane di un minuto, in fascia intera, passeranno da 8,10 a 9,30 centesimi, mentre da 4 minuti in su iniziano i risparmi. Per esempio da 13,80 a 13,59 (4 minuti) o da 63,20 a 50,77 (mezzora). Insoddisfatti i sindacati. «Da un settore in concorrenza come la telefonia – dice Marigia Maolucci, segretario confederale Cgil – più che tariffe stabili ci si aspettano tariffe in diminuizione». Novità in arrivo per il pagamento della bolletta Enel: da oggi è possibile nelle tabaccherie servite dai terminali della Lottomatica e che espongono il logo Puntolis. Per pagare sarà sufficiente conoscere il proprio codice cliente e l?importo. Per ora si potrà pagare solo con il Bancomat e il costo dell?operazione sarà di un euro (lo stesso delle altre forme di pagamento fin qui utilizzate). I vantaggi nell?orario: il servizio è attivo tutti i giorni, festivi compresi, dalle 6 alle 23. (a.ce.)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox