4 Febbraio 2011

Consumi: Codacons, Natale in bianco per gli italiani

Consumi: Codacons, Natale in bianco per gli italiani 
 

 
(Teleborsa) – Roma, 3 feb – Secondo l’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) i consumi a dicembre sono diminuiti dello 0,5% in termini tendenziali. Per il Codacons, considerato che nel mese di Natale, anche nei periodi di più profonda crisi, i consumi solitamente avevano sempre retto, si tratta un dato molto allarmante, specie considerando che i beni, in quantità, sono diminuiti dell’1%. Insomma persino nel mese dei regali, quando generalmente anche chi sta peggio decide, almeno per una volta, di non rinunciare alle proprie abitudini di consumo, le famiglie hanno dovuto stringere la cinghia. In conclusione, gli italiani hanno passato il Natale in bianco.
Ma il dato più preoccupante è che, nel 2010, gli alimentari in quantità sono calati dello 0,6%. Uno 0,6% gravissimo e drammatico, considerato che gli alimentari, sempre secondo l’ICC in quantità della Confcommercio, erano già calati dell’1,8% nel 2007, del 3,3% nel 2008 e del 3,1% nel 2009. E’ di tutta evidenza che se è facile, inizialmente, ridurre l’acquisto di cibo, cominciando ad esempio ad eliminare gli sprechi, tipici delle nazioni ricche, man mano che passano gli anni ed i cali si sommano, si finisce per scendere sotto la soglia di sopravvivenza.
Se sommiamo, ad esempio, le riduzioni di cibo verificatesi dal 2007 al 2010 si arriva alla drammatica riduzione degli acquisti di cibo pari all’ 8,8%. Ossia le famiglie italiane mangiano l’8,8% in meno di cibo rispetto a prima. Se consideriamo che si tratta di un dato medio, ci rendiamo conto che ormai un terzo delle famiglie italiane non arriva a fine mese e non riesce ad acquistare, per tutto l’anno, il cibo necessario per vivere dignitosamente.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox