19 Maggio 2019

Causa collettiva del Codacons alla Apple

 

È stata avviata, attraverso una formale diffida inviata all’ azienda, una class action del Codacons contro Apple, sulla base del Codice del Consumo. Al centro dell’ iniziativa legale dell’ associazione, alcuni problemi sugli iPhone riscontrati da numerosissimi utenti a seguito di aggiornamento del software. I consumatori, a seguito dell’ aggiornamento 12.2 sui modelli di telefonino iPhone 7 o iPhone 7 Plus, hanno denunciato l’ insorgenza di problemi determinati dall’ improvvisa disattivazione del microfono. Una problematica che si sarebbe già verificata in passato con l’ aggiornamento 11.3 e, attraverso un documento riservato alla rete degli Apple Authorized Service Provider, cioè i riparatori autorizzati ufficialmente da Cupertino, la società Apple avrebbe confermato che il problema esiste e sarebbe legato proprio all’ aggiornamento software. Tuttavia i consumatori lamentano il fatto che dopo essersi rivolti ai centri di assistenza Apple viene proposto loro, se il telefono non è in garanzia, il pagamento della riparazione dell’ apparecchio o, in alternativa, di effettuare una permuta per l’ acquisto di un nuovo dispositivo Considerato che, per legge, il prodotto che presenti un difetto di conformità deve essere ripristinato a spese del venditore e non del consumatore.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox