29 Aprile 2011

“Attenti alle truffe, ecco il vademecum”

"Attenti alle truffe, ecco il vademecum"
 

Truffe e raggiri. Ora l´allarme punta anche in quella direzione per la beatificazione di papa Wojtyla: un avvenimento che si preannuncia, a partire da domani e sino a lunedì, imponente. Le previsioni parlano di oltre un milione i pellegrini in arrivo. Questa la stima del prefetto Giuseppe Pecoraro. Tanto da spingere le associazioni dei consumatori a mettere in guardia non solo i pellegrini ma anche i romani. Come Codici, il Centro per i diritti del cittadino, che da oggi distribuirà un vademecum anti-raggiro perché spiega il segretario nazionale Ivano Giacomelli bisogna «tutelare i turisti che, se non difesi, potrebbero incorrere in truffe di ogni genere». L´attenzione dell´associazione ora va verso l´aumento dei prezzi di bevande, alimentari e ma anche di possibili souvenir contraffatti. Ma non solo visto che Giacomelli mette in guardia contro «sedicenti operatori del turismo o figure simili che tentano di vendere biglietti per la beatificazione, le udienze e le cerimonie pontificie», spiega ancora il segretario del Codici. Poi parlando della macchina organizzatrice messa in moto dal Comune Giacomelli sottolinea: «Avrebbero dovuto attivare anche un piano antitruffe coinvolgendo le associazioni dei consumatori e creando info-point, per dare a turisti e pellegrini la possibilità di segnalare eventuali raggiri». E a Codici fa eco il Codacons che avverte: dopo gli alberghi, a rincarare il Primo maggio saranno i prezzi di cibi e bevande in bar e ristoranti della zona di San Pietro. Invitando, quindi «la questura, la polizia municipale e il Comune, a registrare in questi giorni i listini di tutti i locali vari che si trovano intorno al Vaticano e confrontarli con i prezzi che verranno praticati al pubblico domenica, denunciando e sanzionando gli esercenti che applicheranno aumenti». Nel frattempo la Confcommercio, da sempre favorevole alle saracinesche alzate domenica, ha distribuito nei negozi vicino alla basilica di San Pietro e del centro storico oltre mille locandine raffiguranti Papa Giovanni Paolo II, con la scritta "Confcommercio Roma partecipa alla gioia della Chiesa Universale". «La nostra associazione – spiega Cesare Pambianchi – vuole testimoniare, in questo modo, la propria vicinanza alla chiesa cattolica e dimostrare l´importanza attribuita anche dal mondo del commercio romano a questa giornata epocale. Stiamo lavorando per coinvolgere in maniera capillare i nostri operatori, soprattutto quelli che si trovano nelle zone nevralgiche della città, affinché Roma esprima al meglio valori come accoglienza e ospitalità che le appartengono da sempre e per i quali è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo». Per Pambianchi «la beatificazione di papa Wojtyla rappresenta un evento storico che metterà la nostra città sotto i riflettori dell´intero pianeta». Un modo, il suo, per chiudere definitivamente le polemiche che si sono susseguite nei giorni scorsi con la Cgil da sempre contraria all´apertura dei negozi proprio il giorno dedicato ai lavoratori.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox