12 Ottobre 2007

Approvato il welfare, Prodi festeggia con l`oro

Giornata importante per il Governo, il Consiglio dei ministri ha infatti approvato con alcune modifiche il protocollo sul welfare, nonostante le polemiche per le astensioni di Comunisti Italiani e Rifondazione. Il premier Prodi si è detto soddisfatto e chiarisce che non si tratta di vere modifiche, ma piuttosto di aggiornamenti. Il primo prevede che i contratti per i precari dopo 36 mesi possano essere rinnovati una sola volta, il secondo sancisce l`abolizione del tetto di 5mila lavoratori ogni anno impegnati in lavori usuranti. “Le congetture sulla divisione del Governo sono, quindi, decisamente fuori posto. C`era stata un`appassionata corsa nel descrivere la maggioranza divisa, invece ne è uscito un incontro pacifico e costruttivo“, ha affermato il presidente del Consiglio, che con quasi cinque minuti e mezzo di parlato Tv conquista la medaglia d`oro del ranking. L`argento spetta invece al presidente della Repubblica intervenuto in difesa della senatrice a vita Rita Levi Montalcini dopo aver ricevuto battute poco gradevoli da parte di Francesco Storace. “È indegno tentare di intimidire la professoressa Rita Levi Montalcini“, queste le parole di Napolitano durante una cerimonia al Quirinale. “Sono molto commossa e ringrazio tutta l`Italia“ la replica della senatrice a vita. Ma la giornata politica ha segnato anche l`ultimo atto della campagna elettorale di Walter Veltroni, candidato leader del nuovo Partito Democratico. L`attuale sindaco di Roma da Torino ha fatto sapere che per questa legislatura l`Ulivo non verrà messo in discussione, mentre possibili cambiamenti potrebbero esserci nella prossima, quando si cercherà di adottare linguaggi e proposte più vicine ai cittadini, e sul rapporto con l`attuale esecutivo ha sottolineato che il Pd sosterrà qualsiasi scelta del Governo. Tre minuti e sedici secondi di dichiarazioni gli regalano il terzo posto del podio e un buon livello di visibilità rispetto agli altri quattro candidati per le primarie. Fra questi solo Rosi Bindi riesce ad ottenere un discreto grado di attenzione da parte dei Tg, ma totalizzando un terzo in meno del tempo complessivo raggiunto da Veltroni. Ultima nella top ten, la Bindi afferma di credere fortemente nel progetto di questo nuovo partito, “dopo 18 anni di vita politica è arrivato il momento di fare una pazzia perché il progetto del PD è molto importante per la vita politica del nostro Paese e per la democrazia dell`Italia, credo valesse la pena spendere passione, intelligenza e fatica. Sono contenta di averlo fatto“. Quarta e ottava posizione sono invece legate all`inchiesta partita da Segrate e poi estesasi a molti altri Comuni per far luce sulla gestione di alcuni semafori che, secondo gli automobilisti, avrebbero avuto un tempo di passaggio tra l`arancione e il rosso troppo breve per permettere di transitare senza incappare in una multa. In collegamento telefonico con il Tg4 Carlo Rienzi, presidente del Codacons, commenta la situazione, ricordando che si tratta di una vera e propria truffa ai danni dei cittadini. Di tutt`altro avviso il sindaco di Segrate Adriano Alessandrini, che ricorda che nel suo comune non è in corso alcuna truffa, ma una vera e propria politica di prevenzione che ha portato all`eliminazione degli incidenti frontali sulla strada in questione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox