27 Settembre 2012

Apple trasforma in isole i paesi del lago

Apple trasforma in isole i paesi del lago

L’ apocalisse è già qui. Oggi. Parola di Apple. Lo scenario? Interi paesi come Lazise e Bardolino trascinati dalla forza della natura in mezzo al lago di Garda. In ogni angolo del globo strade sparite, stazioni ferroviarie cancellate, aeroporti spostati. A Dublino uno zoo è scivolato via finendo in un altro quartiere. Povere giraffe. Ma soprattutto poveri navigatori. Ma che succede? È in corso un cataclisma digitale che non è sfuggito agli utenti Apple: il nuovo sistema operativo IOS6 uscito in questi giorni ha mappe nuovissime ma farcite di «imperfezioni». A farne le spese sono anche alcune località veronesi del lago di Garda, che si sono risvegliate – sulle mappe digitali – circondate dall’ acqua. Anche la bresciana Sirmione non se la passa meglio: ha lasciato il suo storico status geologico di penisola per diventare una micro isoletta polinesiana. Alla faccia di Catullo e delle sue rime. Per carità sono molte e «appetitose» le novità che Apple ha riservato agli utenti con l’ IOS6: Siri (l’ assistente personale) nella versione che parla italiano, Facetime attivo senza wi-fi e, appunto, le mappe con il navigatore integrato. Il problema sembra nascere dal divorzio tra il colosso di Cupertino e il gigante della geografia digitale Google. Ora è TomTom a fornire ad Apple il database per creare il nuovo sistema di navigazione. Ma il passaggio non è indolore e rischia di far impazzire i navigatori che si affidano alle mappe digitali attraverso IPad e IPhone. In queste ore gli errori delle nuove mappe e le battute ironiche sono diventate una sorta di nuovo genere letterario su Twitter e gli altri social network. Puntuale si è fatta sentire la voce ufficiale di Apple: «Apprezziamo ogni tipo di feedback da parte degli utenti e stiamo lavorando per migliorare l’ esperienza d’ uso». Che tradotto significa: abbiamo raccolto le proteste, stiamo mettendocela tutta per risolvere il problema quanto prima. Nel frattempo in Italia si muove anche Codacons che avrebbe dato incarico al proprio staff legale di preparare una diffida nei confronti dell’ azienda per chiedere la sospensione dell’ aggiornamento IOS6 e il ritiro delle mappe contenenti errori. A.SCA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox