21 Settembre 2012

APPLE: CODACONS PREPARA DIFFIDA PER MAPPE SU IOS 6

APPLE: CODACONS PREPARA DIFFIDA PER MAPPE SU IOS 6
‘NON ESCLUDIAMO AZIONI LEGALI IN FAVORE UTENTI’

(ANSA) – ROMA, 21 SET – Il Codacons “sta preparando una diffida nei confronti di Apple”, riguardo le mappe contenute nell’aggiornamento del nuovo sistema operativo iOS 6 e “non esclude la possibilità di azioni legali in favore dei possessori di iPhone, iPad e iPod Touch coinvolti nel disagio”. “Da più parti – spiega l’associazione – giungono segnalazioni da parte di possessori di iPhone, iPad e iPod Touch che hanno effettuato l’aggiornamento del software, delusi dalle novità introdotte dall’azienda di Cupertino. In particolare le proteste più vibranti riguardano le mappe messe a disposizione dalla Apple, che con tale scelta ha voluto prendere le distanze da Google”. “Stando alle denunce degli utenti – aggiunge il Codacons -, le nuove mappe sarebbero imprecise, in alcuni casi totalmente sballate e addirittura potenzialmente pericolose. Moltissimi luoghi, poi, risulterebbero indicati con nomi completamente errati, mentre altri, seppur importanti, sarebbero addirittura scomparsi del tutto dalle mappe, come la stazione di Paddington a Londra. Se si utilizza invece la modalità ‘Flyover’, in grado di mostrare ricostruzioni di luoghi famosi in 3D, si scopre che la Statua della Libertà e il Ponte di Brooklyn sarebbero svaniti nel nulla!”. “Appare assurdo che una società all’avanguardia come la Apple si renda protagonista di errori così imbarazzanti – spiega il Codacons – Ancor più assurdo se si considerano gli elevati prezzi pagati dagli utenti per prodotti che dovrebbero rappresentare la perfezione tecnologica e che invece, come nel caso delle nuove mappe, creano confusione e delusione. Per tale motivo l’associazione sta preparando una diffida nei confronti dell’azienda di Cupertino, finalizzata a chiedere la sospensione dell’aggiornamento iOS6 e il ritiro delle mappe contenenti errori, e non esclude – conclude il Codacons – la possibilità di azioni legali in favore dei possessori di iPhone, iPad e iPod Touch coinvolti nel disagio”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox