10 Agosto 2020

Ztl, dopo lo stop ora la proroga per 21 mila pass

il comune risarcisce i possessori dei permessi ” le autorizzazioni saranno valide altri 6 mesi”
di Marina de Ghantuz Cubbe I permessi Ztl saranno prorogati di sei mesi come chiedevano i cittadini. Dopo essere stato tempestato di segnalazioni da parte dei residenti del centro storico l’ assessorato alla Città in movimento del Comune guidato da Pietro Calabrese si è messo a lavoro e spiega che « l’ amministrazione sta definendo un provvedimento per la proroga della validità dei permessi Ztl in modo da garantire un’ estensione pari al periodo di sospensione». A causa dell’ emergenza coronavirus, infatti, i varchi delle zone a traffico limitato sono spenti da marzo e nelle ore diurne tutti possono attraversarli. Fino alla fine di agosto sarà così. Con buona pace di chi ha pagato un servizio che per sei mesi è stato di fatto soppresso. Il permesso costa tra i 200 e i 300 euro l’ anno per chi abita in centro e il prezzo del servizio sale a 2.000 euro per i lavoratori. I pass validi non sono pochi e superano i 21mila: a pagare sono stati oltre 11mila residenti del centro, più di 1.770 sono stati rilasciati a chi deve entrare con i camion per distribuire merci nei negozi, altri 5.700 a lavoratori e commercianti. Con i varchi aperti a tutti per sei mesi, il valore di questi permessi attualmente è pari alla carta straccia. Per questo il presidente del comitato Campo Marzio Roberto Tomassi sin da giugno si è mosso per chiedere al Comune di garantire ai cittadini una proroga o un rimborso. Il danno subìto da chi ha pagato ma non ha usufruito di alcun servizio da marzo ad agosto secondo il Codacons è pari a 32milioni di euro e Tomassi, attraverso le pagine di Repubblica, la scorsa settimana aveva avvisato l’ amministrazione Raggi: « Se non otterremo un rimborso o una proroga dei permessi, faremo ricorso al Tar». Dopo pochi giorni è arrivata la risposta dell’ assessorato che ha deciso di optare per la proroga e sta lavorando al provvedimento. « Meglio tardi che mai, ma ci saranno comunque persone danneggiate – commenta Tomassi – La proroga andava concessa da marzo, quando Raggi ha deciso di sospendere i varchi perché c’ è chi, in questo periodo, non avendo indicazioni chiare da parte dell’ amministrazione ha dovuto rinnovare il pass che altrimenti sarebbe scaduto. Quindi non solo ha buttato dei soldi ma ne ha anche pagati degli altri». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox