16 Aprile 2010

VULCANO ISLANDA: AGLI UTENTI RIMBORSO PER I VOLI CANCELLATI O BUONO PER UN ALTRO VOLO

    RISARCIMENTO SOLO SE LA COMPAGNIA CANCELLA INGIUSTIFICATAMENTE I COLLEGAMENTI

    Il Codacons chiarisce quali sono i diritti dei passeggeri in queste ore di grande confusione nel settore del trasporto aereo determinata dall’eruzione del vulcano in Islanda.
    “In questa circostanza si parla di “causa di forza maggiore” e le compagnie aeree non hanno responsabilità – chiarisce il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Tuttavia ai passeggeri che hanno visto cancellato il proprio volo, deve essere fornito un buono per un altro collegamento aereo, di importo pari o superiore a quello del volo annullato, oppure il rimborso di quanto pagato”.
    Diverso il caso di compagnie aeree che, potendo volare, decidano di propria volontà di annullare un volo, pur non essendo lo scalo di destinazione chiuso e pur non sussistendo ragioni di sicurezza che giustifichino la cancellazione. “In tal caso – spiega Rienzi – i viaggiatori hanno diritto al risarcimento del danno subito. Le compagnie, infatti, non possono approfittare della situazione determinatasi per cancellare voli a loro piacimento, magari sulla base di motivazioni economiche o di convenienza”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox