28 Giugno 2014

Vola il prezzo della benzina Ma la bolletta del gas è più leggera

Vola il prezzo della benzina Ma la bolletta del gas è più leggera

ROMA SARANNO le solite vacanze di fuoco. Almeno sul fronte della benzina. Le compagnie petrolifere, a partire dall’ Eni, da ieri hanno avviato una serie di rincari «dovuti alle tasse», si sostiene all’ Unione Petrolifera, e dunque i listini lieviteranno oltre 1,91 euro al litro. Buone notizie, invece, sul fronte dell’ energia, dove il caro bollette del gas segnerà una netta diminuzione. Rimarranno stabili, invece, quelle relative all’ energia elettrica. TORNANDO alla benzina, la notizia dei rincari ha provocato l’ immediata alzata di scudi delle associazioni di consumatori, a partire dal Codacons che annuncia battaglia: «Si tratta dei soliti rincari estivi, applicati prima delle partenze degli italiani per le vacanze o i weekend al mare – ha commentato il presidente, Carlo Rienzi – da anni assistiamo a fortissimi ritocchi al rialzo dei listini di benzina e gasolio tra i mesi di luglio e agosto, aumenti che costano centinaia di milioni di euro agli automobilisti, i quali non possono rinunciare a fare rifornimento per raggiungere le località di villeggiatura». STANDO ai monitoraggi condotti da Quotidiano Energia e da Staffetta Quotidiana, negli ultimi giorni i prezzi hanno in effetti innestato la marcia, con aumenti consistenti, fino – appunto – a punte di 1,91 euro al litro, mentre i prezzi consigliati ai gestori si aggirano comunque tra 1,86 e 1,88 euro al litro per la benzina e tra 1,75 e 1,78 euro per il gasolio. In sostanza, per un pieno di un’ auto di media cilindrata, ora ci vogliono non meno di 93 euro. I consumatori, comunque, sentono puzza di bruciato e chiedono l’ intervento del governo. Adusbef e Federconsumatori parlano di aumenti «del tutto immotivati» e avvertono che «di questo passo a fine agosto saremo ben oltre i 2 euro al litro». Secondo le due associazioni, inoltre, «è ora che il governo la smetta di fare cassa con il continuo incremento delle accise sui carburanti». Intanto, si diceva, da martedì primo luglio scattano le nuove tariffe di luce e gas: invariata quella dell’ elettricità, mentre l’ Autorità per l’ energia ha deciso di ridurre il prezzo del gas del 6,3% con un risparmio di 73 euro su base annua. Da gennaio, la spesa per il gas è diminuita del 10% e di oltre il 16% nell’ ultimo anno e mezzo grazie alla riforma del gas, evidenzia l’ Authority, precisando che tuttavia «parte dei benefici, in termini di riduzione della bolletta, saranno controbilanciati dagli aumenti attesi con riferimento al trimestre ottobre-dicembre», come sempre accade per i maggiori consumi legati alla stagione invernale. r. r.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox