14 Febbraio 2009

“Vogliamo abolire la festa” E subito fioccano le iscrizioni

  MILANO. Mandare un sms sentimentale, oppure immedesimarsi in film che parlano d’amore: ci sono molti modi di trascorrere il San Valentino, e in tempi di crisi si può provare a vivere la ricorrenza con poca spesa.  Anche perché la festa degli innamorati viene sempre più vista come una forma di business tanto che il Codacons ha lanciato una campagna per abolirla, mentre sul popolare Facebook si è costituito il gruppo Noi odiamo San Valentino: già più di 3000 gli iscritti. Comunque, se si vuole abbracciare la formula amore e risparmio, si può regalare alla dolce metà un sms romantico partecipando alla maratona aperta a Milano da Federico Moccia, alfiere del giovanilismo: l’iniziativa si chiama Dillo con un bacio. 160 caratteri che arrivano al cuore. Fino a oggi chi passa di lì può mandare un sms e vede apparire la propria dedica su un maxi-schermo posizionato sul Palazzo dell’Arengario. E chi, oltre all’amore per il proprio partner, vuole celebrare quello per l’arte, può visitare musei e siti archeologici statali in tutta Italia pagando un solo biglietto visto che per San Valentino torna la formula «entri in due e paghi uno». Se si vuole invece sfuggire alle solite statistiche di chi regala fiori (il 25%), cioccolatini (9%), o gioielli (3%), o della nutrita pattuglia di chi non regala nulla (52%), si può scegliere di invitare il proprio partner al cinema: in questi giorni è sul grande schermo Questo piccolo grande amore, film ispirato al famoso disco di Claudio Baglioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox