18 Settembre 2012

VITTIMA DEL CRACK WINDJET? AGISCI SUBITO CON IL CODACONS PER RICHIEDERE IL RISARCIMENTO

    WINDJET:
    ANCHE TU VITTIMA DEL NUOVO CRACK FINANZIARIO ALL’ ”ITALIANA”? AGISCI SUBITO CON IL
    CODACONS!

    SEGUI LE ISTRUZIONI SU QUESTA PAGINA PER TUTELARE I
    TUOI DIRITTI E PER RICHIEDERE IL RISARCIMENTO DI 1000 EURO PER LA “GENTILE
    RIPROTEZIONE” OFFERTA DALLE ALTRE COMPAGNIE AEREE E PER I DANNI SUBITI!

    ATTENZIONE E’ POSSIBILE PARTECIPARE
    ALL’AZIONE DEL CODACONS, AL COSTO ESCLUSIVO DI 6 EURO, ENTRO IL 20 OTTOBRE
    2012

    Il
    mio volo di andata Roma Catania del 04-08 è stato cancellato. Non è stato
    organizzato niente di alternativo e non sono stato preavvisato. Ho avuto un
    danno pari a circa 280 euro tra volo e trasporti alternativi.. chi e quando lo
    rimborserà? Quando saprò se sarà valido o meno il volo di ritorno?(Francesco S.
    dal blog di Carlo Rienzi)
     

    Il fallimento Windjet e’ solo l’ultimo dei
    vergognosi scandali italiani.

    300.000
    passeggeri improvvisamente lasciati a terra a Ferragosto… senza alcun
    preavviso, né assistenza, né giustificazione possibile!

    E cosa puoi fare se sei rimasto vittima
    anche tu di questa ennesima vergogna tutta italiana? Nell’immediato…
    purtroppo sei costretto a subire! Sei costretto ad acquistare la “riprotezione”
    messa a disposizione dalle altre compagnie aeree. Mossa obbligata per non
    essere costretti a restare a casa o in vacanza forzata per un tempo indefinito…

    Ma anche qui l’ulteriore scandalo: oggi
    si trovano voli da Roma a Palermo normali a soli 132 euro (partenza 22 ritorno
    29 agosto) o Roma- Londra a 180 euro andata e ritorno, mentre con la scusa
    della riprotezione ai consumatori si chiedono minimo 160 se non 230 euro per
    l’estero.

    Un
    fallimento non può trasformarsi in un’opportunità di business per le altre
    compagnie aeree!

    Ma il Codacons, come sempre, non ci
    sta! E lancia una clamorosa azione collettiva diretta a far ottenere il
    risarcimento del danno a tutti i viaggiatori vittime di Windjet.

    L’azione è diretta contro gli enti
    pubblici di controllo, primo tra tutti l’ENAC (l’Autorità italiana di
    regolamentazione tecnica, certificazione e vigilanza nel settore
    dell’aviazione civile) che avrebbero dovuto da tempo monitorare la situazione e
    intervenire per evitare che 300.000 viaggiatori rimanessero a terra a
    Ferragosto… lasciando partire in volo solo i loro sogni!

    “Non
    ho parole … la mia prima vacanza con tutta la mia famiglia (bimbi di 7 e 4
    anni) col volo CT-VR a/r (A 14 agosto e rientro il 23). Adesso mi ritrovo ad
    aggiornarmi in continuazione al pc … ma sempre la solita minestra e nessuna
    garanzia.
    Anzi
    ho letto anche il consiglio di acquistare direttamente altri biglietti
    (Meridiana) al prezzo speciale di € 86 circa a tratta su internet per evitare
    di “ingolfare” ulteriormente i terminal …. mah!!!!”(Peppe P. dal blog di Carlo
    Rienzi

    MA
    COSA E’ POSSIBILE FARE CONCRETAMENTE PER RIAVERE INDIETRO I TUOI SOLDI?

    1)  Conservare ovviamente tutti i biglietti acquistati, sia
    quelli Windjet che quelli di “riprotezione” con le altre compagnie aeree, e le
    relative ricevute d’acquisto.

    2)  Inviare una raccomandata a/r all’agenzia viaggi presso cui
    si è acquistato il biglietto windjet, e/o al gestore della carta di credito con
    cui si è effettuato l’acquisto, indicando la somma pagata e diffidando a non
    riversare i soldi alla Windjet e richiedendo all’Agenzia il risarcimento di tutti i danni subiti, in quanto responsabile nel caso di acquisto di un pacchetto turistico anche per inadempienze di terzi

    3)  Partecipare all’azione collettiva del Codacons, contro
    l’Enac e gli Enti di controllo, per richiedere il risarcimento di 1000 euro
    comprensivo dei costi di “riprotezione” e del danno in via equitativa

    4)  Richiedere la procedura di conciliazione stragiudiziale con
    Windjet, attraverso il Codacons

    5)  Se la Windjet fallirà sarà teoricamente possibile insinuarsi
    nel passivo attraverso un proprio avvocato, anche se questo potrebbe avere un
    costo probabilmente ben superiore alle somme da recuperare…

     OVVIAMENTE MOLTE DELLE ATTIVITA’ DI CUI SOPRA PUOI FARLE (O NON
    FARLE) LIBERAMENTE PER CONTO TUO, MA ECCO COSA TI OFFRE IL CODACONS:

     PAGANDO ESCLUSIVAMENTE € 6 (IVA inclusa) PER IL COSTO DI UNA TELEFONATA, CON CUI SARAI
    AUTOMATICAMENTE ISCRITTO COME SOCIO AGGREGATO AL CODACONS
    (e iscrivendoti
    contribuirai ad aiutare l’Associazione MARY POPPINS per la cura e assistenza
    dei bambini malati di cancro del Policlinico Umberto I di Roma)

     

    A) Parteciperai, senza nessun ulteriore costo aggiuntivo,
    all’azione collettiva del Codacons, contro l’Enac e gli Enti di controllo, per
    richiedere il risarcimento di 1000 euro comprensivo dei costi di “riprotezione”
    e del danno in via equitativa

    B)
    Riceverai
    bozza delle raccomandate da inviare all’agenzia di viaggi e/o al gestore della
    carta di credito con cui chiedere che le somme da te pagate per l’acquisto dei
    biglietti non vengano versate alla Windjet e per richiedere all’Agenzia il risarcimento di tutti i danni subiti, in quanto responsabile nel caso di acquisto di un pacchetto turistico anche per inadempienze di terzi.

    C) Riceverai modulo per richiedere di attivare procedura di
    conciliazione gratuita con Windjet attraverso il Codacons

    D)  Riceverai successivamente, in caso di fallimento, bozza di
    una insinuazione al passivo, da redigere comunque con l’assistenza di un tuo
    avvocato di fiducia

     NESSUN’ALTRA
    SOMMA SARA’ DOVUTA PER QUANTO SOPRA AL CODACONS, OLTRE A QUESTO COSTO DI 6 EURO
    COME ISCRIZIONE COME SOCIO AGGREGATO

     AGISCI
    ALLORA ADESSO CON IL CODACONS, ENTRO IL 20 OTTOBRE 2012, PER OTTENERE TUTTA LA
    MODULISTICA NECESSARIA E PER RICHIEDERE AGLI ENTI DI CONTROLLO IL RISARCIMENTO
    DEL DANNO DI 1.000 EURO, COME RESTITUZIONE DELLA “RIPROTEZIONE” DA TE VERSATA
    ALLE ALTRE COMPAGNIE AEREE E COME RISARCIMENTO DEL DANNO IN VIA EQUITATIVA.

    ECCO
    COME FARE:

    1.     TELEFONA
    DA UN CELLULARE AL NUMERO 
    8958959949 AL COSTO DI 6 EURO (IVA inclusa), ENTRO IL 20.10.2012 

    2.     RICEVERAI
    UNA PASSWORD
     

    3.     COLLEGATI
    AL SITO WEB:

    www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=140&css=1&access=ok   E INSERISCI LA PASSWORD RICEVUTA 

    4.   POTRAI
    SCARICARE TUTTI I DOCUMENTI E MODULI NECESSARI, COMPILARLI, FIRMARLI E, ASSIEME
    AI DOCUMENTI RICHIESTI, INVIARLI A TER.MIL.CONS, ente delegato da
    CODACONS. Nel caso in cui dovesse mancare qualche documento verrai
    contattato. Pertanto, sarà importante indicare l’indirizzo e-mail ed il numero
    di telefono corretti.
      

     

    NON
    ATTENDERE OLTRE, TELEFONA IMMEDIATAMENTE DAL TUO CELLULARE AL
    NUMERO 8958959949, AL COSTO DI 6 EURO (IVA inclusa)

     

    UNA VOLTA EFFETTUATA L’ISCRIZIONE, E
    RICEVUTA TUTTA LA MODULISTICA,
    IN CASO SI DESIDERI UNA CONSULENZA
    TELEFONICA PER ESSERE AIUTATI A REDIGERE I MODULI E LE RACCOMANDATE, E COMUNQUE
    PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI, SI PUO’ CHIAMARE IL NUMERO A PAGAMENTO 892 007 (clicca qui per il dettaglio dei costi del servizio)

     

    L’ADESIONE
    COMPORTA LA PARTECIPAZIONE IN PRIMA PERSONA AL RICORSO AL TAR PER IL
    RISARCIMENTO E ANCHE L’ISCRIZIONE PER UN ANNO COME SOCIO AGGREGATO AL CODACONS
    (L’ISCRIZIONE SERVE ANCHE PER AIUTARE L’ASSOCIAZIONE MARY POPPINS PER
    L’ASSISTENZA AI BAMBINI MALATI DI CANCRO DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA)

    AVVISO: A causa delle elevate
    iscrizioni è possibile ci siano dei problemi con le password. Per qualsiasi
    disguido con la procedura inviare una email 
    info@termilcons.com contenente il numero dal quale si è effettuata
    la procedura con richiesta dei documenti


     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox