2 Febbraio 2020

VIRUS CINA: VANNO RIMBORSATI VISTI, ASSICURAZIONI E ALTRE SPESE LEGATE A VIAGGI ANNULLATI

    SOSPENSIONE VOLI LEGITTIMA DIRITTO A RESTITUZIONE INTEGRALE DI QUALSIASI SPESA. FARNESINA INTERVENGA

    Dopo la sospensione dei voli da e per la Cina, si apre il fronte dei rimborsi in favore degli utenti per le spese legate a visti, assicurazioni, e altre pratiche burocratiche dei viaggi.
    Lo afferma il Codacons, che sta ricevendo le richieste di aiuto di numerosi cittadini italiani che avevano programmato per le prossime settimane viaggi e vacanze in Cina.
    “Non ci sono solo pacchetti vacanza, biglietti aerei e hotel da rimborsare, ma anche una serie di spese burocratiche legate ai viaggi in Cina – spiega il presidente Carlo Rienzi – In particolare gli italiani che volevano recarsi in territorio cinese hanno dovuto acquistare un visto, spendendo circa 130 euro a persona per la procedura standard, e fino a 200 euro a persona in caso di rilascio tramite agenzie intermediarie. Oltre a tale spesa in molti si sono dotati di polizza assicurativa, che ora ti rivela totalmente inutile”.
    “Per tale motivo chiediamo alla Farnesina di intervenire disponendo il rimborso integrale di visti e polizze assicurative in favore degli utenti, e ricordiamo ai viaggiatori che possono utilizzare il modulo pubblicato sul sito www.codacons.it per diffidare agenzie e tour operator a restituire integralmente quanto versato per i viaggi in Cina” – conclude il presidente Codacons.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox