14 Agosto 2009

Vincite record, nel 2001 il governo fece saltare il tetto

Vincite record, nel 2001 il governo fece saltare il tetto

Ci fu un tempo nel quale si pensò di arginare il jackpot. ma fu soltanto un attimo. Nel nome della collettività e della redistribuzione del reddito, principio caro alla sinistra, si pensò che oltre una certa cifra la vincita non poteva andare. Fu nel 1999. Quando dopo due jackpot dalle cifre strabilianti nel 1999 (oltre 88 miliardi di lire) l’allora ministro delle Finanze, Vincenzo Visco, fece entrare in vigore, a settembre di quell’anno, un decreto che fissava a 50 miliardi di vecchie lire il montepremi. 25 milioni attuali grosso modo. Raggiunta tale cifra il jackpot cresceva, ma solo del 4 per cento e non più del 20. Il restante 16 per cento, invece, veniva ripartito tra le vincite minori. Bastò solamente l’annuncio perché il gioco subisse un tracollo. La scelta giudiziosa di Visco, che tentava di premiare più persone invece di una solamente, si rivelò fallimentare per l’erario. Quindi, nel 2001, con il governo Berlusconi arrivò la nuova legge per eliminare il tetto del montepremi. L’ipotesi del tetto a 25 milioni di euro si riaffacciò a settembre del 2002, ma resta tale.  E, come sottolineò anche il Codacons (l’associazione dei consumatori promotrice di un ricorso al Tar del Lazio per frenare l’ascesa del jackpot, con proposta di fissarlo ad 80milioni di euro), un probabile «bisogno di soldi», portò il Tesoro al decreto del 26 aprile 2005. Il provvedimento dispose per il Superenalotto che «in mancanza di vincite di prima categoria (quelli con 6 punti), il montepremi va ad accumularsi con quello della stessa categoria del concorsi successivi». Ecco spiegati i jackpot milionari. Quello della sestina vincente, una possibilità di indovinarla su oltre 600 milioni. Ma che importa. La filosofia del gioco è quella del speriamo che tocchi a me e a nessun altro. «Tutto a uno» è il motto, molto in voga in Italia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox