9 Maggio 2014

Vince la paura, Roma-Juventus alle17,45

Vince la paura, Roma-Juventus alle17,45

Città blindata e controlli a tappeto sui pulman che porteranno i tifosi allo stadio. Preoccupazione anche per la manifestazione «La chiesa per la scuola» che porterà a Roma 200.000 bambini. …Match anticipato tre ore prima per motivi di sicurezza e oggi un nuovo vertice in prefettura in vista di un altro week end «caldo» perla Capitale. Le forze dell’ ordine si mobilitano per scongiurare nuovi rischi di violenze domenica prossima in occasione di Roma-Juventus, dopo gli episodi di sabato scorso poco prima della finale di Coppa Italia. Ad annunciare l’ anticipo del match chiesto inizialmente dal Codacons è stato ieri il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro. Dopo un consulto con la Lega Calcio, l’ Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e i rappresentanti provinciali delle forze di polizia è stato fissato l’ orario d’ inizio di Roma-Juventus alle 17.45. Non nel primo pomeriggio, quindi, probabilmente per evitare la permanenza di tifosi bianconeri nella Capitale esposti ai rischi di eventuali gruppi violenti. Non in serata per evitare la coincidenza con gli internazionali di tennis. E oggi si svolgerà un altro vertice, dopo quello di ieri, in prefettura al Comitato provinciale per l’ ordine e la sicurezza. «Vogliamo essere sicuri che tutto avvenga in modo da garantire una giornata di gioco», ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino spiegando di non essere preoccupato dopo i colloqui avuti con il prefetto ed il questore. Intanto arriveranno dei rinforzi: un migliaio di uomini delle forze dell’ ordine provenienti da altre città per garantire la sicurezza soprattutto fuori dallo Stadio Olimpico. Con ogni probabilità saranno incrementatele attività di prevenzione nelle ore che precedono la partita, blindando anche i percorsi delle tifoserie e dei punti di raccolta. Si pensa anche ad un aumento delle scorte dei mezzi su cui viaggeranno i tifosi e a controlli capillari. Tra i timori, c’ è quello della presenza di infiltrati ed ultrà del Napoli tra le fila dei supporter bianconeri, per vendicare l’ affronto romanista di sabato scorso quando Daniele de Santis ha attaccato i tifosi napoletani con le bombe carta prima della finale di Coppa Italia, provocando poi la loro reazione. I punti raccolta potrebbero essere tre: quello a Saxa Rubra per i tifosi provenienti dai caselli di Roma Nord; quello della Stazione Tiburtina per i tifosi juventini residenti nella Capitale e quello di via Schiavonetti per i supporter provenienti dai caselli di Roma Sud. Naturalmente la zona dello stadio Olimpico sarà blindata, verrà regolato l’ afflusso e il deflusso delle due tifoserie, in modo da evitare possibili contatti. Molto probabilmente sarà messo in atto un sistema ad ‘anelli concentricì di controllo e presidi mobili. Ma non c’ è solo Roma-Juventus. La Capitale si prepara ad un altro week-end di passione tra eventi e cortei. Per sabato sono attesi oltre 200milabambini in visita al Santo Padre in occasione dell’ evento «La Chiesa per la scuola». Il Campidoglio ha organizzato gli stalli per circa 2mila pullman che dovranno fermarsi fuori città, potenziato il servizio di metro e bus, mentre via della Conciliazione sarà chiusa al traffico dalle 7,30. Nel pomeriggio di sabato ci sarà anche il tradizionale corteo della «Million Marijuana March», con partenza dapiazzale dei Partigiani e arrivo a piazza San Giovanni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this