14 Dicembre 2012

Vietati botti e petardi Multe fino a 500 euro

Vietati botti e petardi Multe fino a 500 euro

 

Il Comune ha messo al bando i botti a S. Silvestro e a Capodanno Un’ ammenda da 25 a 500 euro. La prevede l’ ordinanza del sindaco Sergio Cassano per chi a Valenza viola il divieto di «accensione e lancio di fuochi d’ artificio, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi e altri artifici pirotecnici nei giorni 31 dicembre e 1° gennaio» e non solo per il 2012/2013, ma «di ogni anno». Le motivazioni: «Tale condotta incide sulla sicurezza e sulla quiete dei cittadini, sia per l’ abuso nell’ uso degli artifizi senza l’ adozione delle precauzioni minime, sia per evitare pericoli e danni a persone e cose e tutelare il benessere degli animali». Su quest’ ultimo aspetto, l’ assessore al Welfare animale, Vanna Rivolta, non ha fatto che raccogliere l’ appello dell’ Enpa, che invitava le amministrazioni a bandire gli spettacoli pirotecnici di fine anno che rappresentano un incubo per gli animali, dal momento che sono circa 5 mila le bestiole che muoiono di spavento a ogni Capodanno, fra cui oltre 500 cani e altrettanti gatti, uccellini e creature del bosco. Aggiunge l’ assessore: «Esiste un ulteriore aspetto: i fuochi d’ artificio sono fra le più dannose fonti di inquinamento. Rilasciano polveri sottili in enorme quantità». Per il Codacons anche l’ uso corretto provoca un pericoloso aumento delle polveri che mette a serio rischio la salute di chi soffre di patologie respiratorie e i soggetti più a rischio sono naturalmente anziani e bambini». Conclude Sergio Cassano: «Questo divieto deve essere vissuto come un segno di civiltà e di rispetto reciproco perché è necessario per i cittadini siano consapevoli dei reali rischi che certe abitudini comportano sulla salute e sulla natura circostante».

[r. c.]

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox