19 Luglio 2013

Viareggio: 33 rinvii a giudizio

Viareggio: 33 rinvii a giudizio

 

 

Saranno tutte sottoposte a processo le 33 persone coinvolte nell’ inchiesta sul disastro avvenuto lungo la ferrovia che attraversa la città di Viareggio il 29 giugno 2009, quando un treno carico di gpl deragliò provocando una gigantesca esplosione e un inferno di fuoco che uccise 32 persone. Il rinvio a giudizio è stato disposto ieri mattina dal gup di Lucca Alessandro Dal Torrione. Sul banco degli imputati, dal prossimo 13 settembre, salirà l’ amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, assieme a dirigenti di altre società del Gruppo, ai funzionari dell’ azienda proprietaria del convoglio e a quelli delle ditte che lo montarono e lo revisionarono. I reati ipotizzati nei loro confronti sono quelli di disastro ferroviario, incendio colposo, omicidio e lesioni plurime. Alla luce della decisione del gup, il Codacons, d’ accordo con i familiari delle vittime, sollecita Moretti a fare un passo indietro. «In qualsiasi Paese civile – si legge in una nota del’ associazione dei consumatori – l’ amministratore di una società coinvolto in un processo così importante avrebbe rassegnato le proprie dimissioni immediate. Lasciare le Ferrovie sarebbe da parte sua una forma di rispetto verso le vittime dell’ incidente e i loro familiari».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox