3 Agosto 2001

Viaggi organizzati, come difendersi dalle truffe

Viaggi organizzati, come difendersi dalle truffe



Il «Codacons» mette in guardia i turisti: in caso di truffa far valere i propri diritti.

Francesco Tanasi, «Difensore del turista» del Comune di Catania, ricorda ai consumatori che «in caso abbiano acquistato un pacchetto turistico e, giunti a destinazione,, non abbiano trovato quanto loro prospettato, o abbiano riscontrato delle inadempienze da parte del tour operator, possono richiedere il risarcimento dei danni subiti inviando all`organizzatore del viaggio una raccomandata (con ricevuta di ritorno) entro 10 giorni lavorativi dal rientro. In caso di mancato o inesatto adempimento contrattuale», afferma Tanasi, «l`organizzatore del viaggio o il venditore sono tenuti al risarcimento del danno, secondo le rispettive responsabilità».
Il rappresentante del Codacons evidenzia che «la revisione del prezzo di vendita del pacchetto turistico è ammessa soltanto quando sia stata espressamente prevista dal contratto, e non può in ogni caso essere superiore al 10% del prezzo originario. Le modifiche agli elementi del contratto devono essere comunicate in forma scritta al consumatore, e se questi non accetta le modifiche può recedere dal contratto senza pagare alcuna penale. Se giunti a destinazione», afferma Tanasi, «si riscontra che una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non può essere effettuata, è necessario segnalare le mancanze all`organizzatore del viaggio, al suo rappresentante locale o all`accompagnatore, poichè questi hanno l`obbligo di predisporre adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio, non comportanti alcun onere a carico del consumatore».

Il «Difensore del turista» invita gli utenti a segnalare tutti i casi in cui i diritti del consumatore siano stati violati, telefonando ai numeri 800841042 e 0957425516.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox