20 Luglio 2010

Viaggi del Ventaglio, valanga di denunce

Adesso i clienti dei Viaggi del Ventaglio partono tutti per la stessa destinazione, senza valigia ma con copie di prenotazioni e versamenti, vanno in Procura. Dopo la notizia del fallimento del tour operator per un buco di 200 milioni, ieri sono fioccate le prime denunce, centinaia. Ma sono sedicimila le famiglie coinvolte nel crack. Niente più viaggio da sogno, resteranno a casa e a tasche vuote. Beffati, forse truffati. Il pm Luigi Orsi valuterà se ci sono profili penali. Tribunale Gli uffici della sede legale di Viaggi del Ventaglio. E’ pioggia di denunce da parte dei clienti Il tour operator quotato alla Borsa di Milano fallito giovedì scorso, era dal 2005 nella cosiddetta «black list» della Consob «un campanello di allarme per investitori e risparmiatori», hanno ribadito ieri ambienti vicini alla Commissione, dopo l’ attacco del Codacons all’ Astoi (l’ associazione dei tour operator): «del rischio crack andavano avvisati clienti e consumatori». La Consob aveva impugnato i bilanci della società già due volte. Non sono storia recente allora i guai della società fondata da Bruno Colombo nel ‘ 76, che ha venduto «pacchetti vacanza» in Italia e nel mondo a migliaia di clienti e che ha continuato a farlo anche in piena crisi. Adiconsum ha presentato un esposto alle Procure di Milano e di Roma perché si accertino le responsabilità, l’ eventuale concorso in truffa aggravata, sotto accusa non sono soltanto gli amministratori della società ma anche le singole agenzie di viaggio, il liquidatore, il curatore fallimentare che avrebbe dovuto bloccare la vendita dei viaggi, e la Consob. L’ associazione di consumatori propone un fondo di garanzia per i viaggiatori, gestito dall’ Antitrust con il denaro delle multe comminate agli operatori e con quote anche solo di 1 euro versate per ogni vacanza venduta. Intanto la homepage del sito www.ventaglio.com non è cambiata: la solita immagine cartolina invita a scoprire il nuovissimo resort Stella Marina di Sharm el Sheik. Ma adesso da scoprire c’ è altro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox