1 Marzo 2011

VIAGGI: CODACONS, ALITALIA NON SI PRESENTA IN TRIBUNALE

(AGENPARL) – Roma, 28 feb – Singolare udienza quella di oggi davanti la II sezione del Tribunale di civile di Roma, in una causa proposta dal Codacons contro Alitalia, per conto di una famiglia danneggiata da un episodio di overbooking. “L’azione legale rientra nella norma – spiega l’avv. Cristina Adducci del Codacons, legale della famiglia – e riguarda un viaggio in Egitto avvenuto nell’aprile del 2009, con annessa richiesta risarcitoria legata alla perdita di un giorno di vacanza a causa dell’overbooking su un volo Alitalia. Ciò che è del tutto clamoroso, è semmai la reazione giustamente sdegnata del giudice del Tribunale, dott.ssa Illuminati, che aveva personalmente convocato per oggi le parti, al fine di tentare una conciliazione. Alitalia, tuttavia, ha del tutto “snobbato” l’udienza, non comparendo in aula né fornendo alcuna giustificazione: di fronte a tale assenza, il Giudice è andato su tutte le furie, minacciando di recarsi personalmente presso la sede legale della compagnia aerea per ascoltare la posizione dell’azienda”. Solo di fronte alle pressioni del legale difensore di Alitalia, il Giudice ha desistito dal suo intento, rinviando l’udienza al 29 marzo e inserendo a verbale che, in caso di nuova mancata comparizione del legale rappresentante di Alitalia, verrà disposto un accesso in loco presso la sede della società. “Il comportamento di Alitalia è vergognoso e dimostra totale indifferenza verso le richieste dei suoi clienti – prosegue l’Adducci – Ora però, grazie alla determinazione del Giudice Illuminati, la compagnia aerea sarà costretta a comparire in Tribunale: se non lo farà, ci recheremo tutti (Codacons, Giudice e la famiglia che chiede il risarcimento) presso la sede legale dell’azienda e faremo irruzione discutendo la causa direttamente negli uffici dei vertici Alitalia”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox