11 Giugno 2006

Viaggi Cara estate/ Prezzi alle stelle per le case al mare

E` in arrivo il caro spiaggia per l`estate 2006: una giornata al mare per una famiglia di 4 persone, costa minimo 57 euro (50 euro nel 2005), ma può anche superare 250 euro. E` quanto sostiene uno studio dell`Adusbef che ha preso come riferimento una famiglia di 4 persone su una spiaggia attrezzata che dista solo 30 chilometri dalla propria abitazione. Tra benzina (8 euro), ingresso nello stabilimento (4 euro), affitto giornaliero di 1 ombrellone, 2 lettini 1 sdraio (30 euro), tariffa giornaliera per il parcheggio della macchina (4 euro in media), 4 panini, 2 bottiglie d`acqua e 2 caffé (16 euro), si arriva ai primi 50 euro. Senza contare altri `extra`, come l`affitto di un pedalò (7 euro), 2 fette di cocco fresco (4 euro), un gettone per la doccia calda (0,50 centesimi) 2 bibite e due gelati ( 6 euro), una cabina-spogliatoio ( 5 euro), un pranzo al ristorante (35-50 euro a persona): in questo caso,la giornata al mare arriva a costare anche 250 euro. La stessa famiglia di 4 persone (due adulti con 2 figli a carico) che volesse scegliere di trascorrere al mare una settimana di vacanze, prosegue l`Adusbef, deve mettere in conto una spesa di 220 euro per i beni di consumo ed i servizi da spiaggia, senza contare il costo del soggiorno in albergo o il fitto di un appartamentino, che puo` far lievitare la spesa fino a 1.000 euro. Troppi per i redditi dei lavoratori, conclude il rapporto dell`associazioen rpesieduta da Elio Lannuti e per i consumi ristagnano, ed i consumatori sono costretti ad indebitarsi. Una vacanza… `salata` quella che aspetta gli italiani, soprattutto al sud. Oltre i consueti aumenti degli stabilimenti balneari e degli accessori da spiaggia, si registra una certa tensione anche nel mercato immobiliare, sia nei prezzi di acquisto delle abitazioni, che nei canoni di affitto delle abitazioni. Il Codacons ha preso ad esame le principali località balneari d`Italia, registrando i prezzi al mq delle abitazioni e i canoni di affitto di un bilocale medio (adiacente mare) per il prossimo mese di agosto, comparando i dati con quelli del 2005: ne risulta un aumento del prezzo delle case-vacanza che, secondo il Codacons, arriva fino al 15%. “Mentre le regioni del centro e del nord Italia fanno registrare tariffe stabili o in lieve aumento, al sud si assiste ad aumenti piu` pesanti, specie in Sicilia e in Puglia“ dice il presidente Codacons Carlo Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox