30 Maggio 2008

Via le strisce. Alemanno:“Nessun ricorso“

ll Tar del Lazio ha annullato la delibera con la quale il Comune di Roma aveva istituito nuove strisce blu nel quartiere Ostiense. Secondo i giudici non era giustificato il motivo per ridurre le aree di parcheggio gratuite. La sentenza accoglie un ricorso del Codacons, l`associazione dei consumatori. Soddisfatto il sindaco Gianni Alemanno, all`epoca del provvedimento all`opposizione: “Non faremo ricorso al Consiglio di Stato“. Il Codacons aveva chiesto anche la restituzione delle somme pagate per le multe inflitte “a fronte dell`illegittimo aumento del numero delle aree riservate al parcheggio a pagamento“. In questo caso, però, il Tar non ha accolto la richiesta. Ma secondo l`associazione, che ha avviato una “class action“ per chiedere il rimborso ai cittadini delle multe illegittime pagate, la sentenza “vale per tutta Roma. Gli effetti della sentenza – ha spiegato il coordinamento degli utenti e dei consumatori – si estendono a tutte le altre vie richiamate dalle delibere del 2004 annullate dal tribunale amministrativo. Questo significa che l`illegittimità delle multe elevate per il divieto di sosta valgono per tutte le altre vie cui fa riferimento la delibera richiamata in precedenza e non solo per il quartiere Ostiense“. Soddisfatto il sindaco della Capitale Gianni Alemanno e l`assessore alla Mobilità Sergio Marchi: “Aveva quindi ragione l`allora opposizione di centrodestra a sostenere il carattere vessatorio della disciplina dei parcheggi a Roma“. E annunciano: “Non faremo ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che ha dichiarato l`illegittimità delle strisce blu, così come disciplinate dalla precedente amministrazione di centrosinistra. Lavoreremo da subito con le associazioni dei consumatori e con i cittadini affinché si possa giungere ad una disciplina che stabilisca un nuovo equilibrio tra strisce blu e strisce bianche. Abbiamo inoltre già provveduto con una circolare inviata ad Atac a bloccare le macchine di riscossione della sosta – concludono il sindaco e l`assessore – così come intendiamo tranquillizzare i 650 dipendenti della stessa azienda che saranno rioccupati in altre funzioni per aiutare la mobilità della città“. Parole di elogio anche dall`assessore ai Lavori pubblici, Fabrizio Ghera: “La sentenza del Tar avvalora la posizione che per anni, dall`opposizione, abbiamo portato avanti in Consiglio comunale. E` impensabile che esistano zone di Roma totalmente adibite alla sosta tariffata, che non offrono ai residenti la possibilià` di parcheggiare liberamente. La scelta di Alemanno perciò è in linea con le nostre posizioni ed è ciò che i romani vogliono“. Invia ad un amico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this