27 Settembre 2011

Via del Mare, diffida del Codacons

Comune e Provincia sul banco degli imputati «al prossimo incidente mortale sulla via del Mare». È una promessa – e una minaccia – certa quella che, ieri, il Codacons, con tanto di formale diffida, ha inviato alle due istituzioni per ribadire l’ altissima pericolosità della Via del Mare e la necessità di prendere provvedimenti immediati ed efficaci. Così, ieri, sulle scrivanie del sindaco Gianni Alemanno, del presidente della Provincia Nicola Zingaretti, e degli assessori Antonello Aurigemma e Marco Vincenzi, è arrivata una chiara lettera dell’ associazione: «La via del Mare continua a essere una delle strade più pericolose d’ Italia. Nonostante la circolazione sia riservata solo alle autovetture, sulla via del Mare sfrecciano moto, motorini e furgoni, il limite di velocità di 70 km/h viene regolarmente violato, con effetti disastrosi per la sicurezza degli automobilisti». Fin qui la storia. Poi, motivazioni e, soprattutto, conseguenze: «Alla base di tale situazione vi è la carenza di controlli da parte delle forze dell’ ordine, circostanza che porta alla costante violazione delle norme del codice della strada. Per tale motivo chiediamo di voler adottare tutte le misure necessarie, al fine di intensificare i controlli sulla via del Mare, utilizzando tutti gli strumenti possibili. In caso contrario, al prossimo incidente mortale che si verificherà su tale strada, ci vedremo costretti a chiamare i due enti a rispondere delle proprie responsabilità, innanzi alle competenti Autorità giudiziarie, civili penali e amministrative». Provvedimenti, però, i consumatori potrebbero prenderli anche prima. «Effettueremo dei monitoraggi – annuncia Giovanni Pignoloni, vicepresidente Codacons – e, in assenza di interventi, saremo costretti a rivolgerci alla procura delle Repubblica a tutela degli automobilisti». (ass)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox