5 Gennaio 2020

Via ai saldi: il 60% di italiani acquisterà

CONFCOMMERCIO STIMA UN GIRO D’ AFFARI DI 5 MILIARDI DI EURO Sono quasi due italiani su tre (oltre il 61%) quelli che faranno shopping approfittando saldi da ieri al via ufficialmente in tutta Italia (dopo il debutto il 2 gennaio in Basilicata, Sicilia e Valle d’ Aosta) tra ‘assalti’ agli outlet e una crescita degli acquisti online. La percentuale di chi quest’ anno farà spese durante il periodo dei ribassi rimane stabile al 61,8%, con le donne tra i 35 e i 44 anni e residenti soprattutto al Sud a farla da padrone. Sono loro infatti a rappresentare l’ identikit del consumatore-tipo che approfitterà degli sconti per rinnovare il proprio guardaroba. Le statistiche emergono dall’ indagine realizzata da Confcommercio Imprese per l’ Italia in collaborazione con Format Research. Tra i prodotti più gettonati, capi di abbigliamento (95,9%), calzature (82%), accessori (37%) e biancheria intima (30%). I negozi di fiducia o abituali si confermano il canale di acquisto preferito (56,1%), ma continua a crescere il a cui ricorre il 21,3% dei consumatori (+2,4% rispetto al 2019), percentuale che sale al 44% per gli acquista dei prodotti di moda. Quello del , si spiega nella ricerca, è un successo legato prevalentemente a motivazioni di convenienza economica. In ogni caso, che si tratti di acquisti nei negozi fisici o su Internet, sono sempre più numerosi i consumatori che giudicano positivamente qualità e varietà dei prodotti e che si sentono tutelati quando acquistano in saldo. Dal lato dell’ offerta, solo un’ impresa su 4 si aspetta un maggiore afflusso di clientela nel proprio punto vendita durante i saldi e risultano in leggero aumento le offerte di sconti tra il 30 e il 40% ed oltre il 50%. Sedi gettonatissime per lo shopping saranno appunto gli outlet. Con tanto di drone al lavoro per contribuire alla sicurezza del Serravalle Designer, in provincia di Alessandria, dove il comandante della polizia municipale, Ezio Bassani, riferisce di 60.000 persone al giorno attese nel primo weekend (che termina oggi), così come dal 10 al 12 gennaio. Stesso copione a La Reggia Designer Outlet di Caserta dove si attendono 90.000 in questo fine settimana. Il Codacons, tuttavia, non prevede numeri esaltanti al di là delle code e delle resse che si sono registrate nel primo giorno nelle boutique d’ alta moda dei centri storici (dove comunque i clienti sono in prevalenza turisti stranieri, primi russi, cinesi e giapponesi): «Per tutti gli altri esercizi la partenza è senza dubbio fiacca in quasi tutte le città d’ Italia e non si registrano corse all’ acquisto – sostiene il presidente Carlo Rienzi -. Per un bilancio realistico occorrerà attendere le prossime settimane, ma l’ andamento della prima giornata conferma purtroppo le nostre previsioni: a fine periodo una contrazione media del 10% rispetto al 2019». In totale, il giro di affari stimato già nei giorni scorsi da Confcommercio si aggira sui 5 miliardi di euro. (L.Maz.) RIPRODUZIONE RISERVATA Assalto agli outlet nel primo weekend e misure di sicurezza anche con il supporto dei droni I negozi di fiducia o abituali si confermano il canale preferito (56,1%), ma continua a crescere il a cui ricorre il 21,3% dei consumatori (+2,4% rispetto all’ anno scorso)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox