28 Gennaio 2010

Vertice sullo smog in Regione

Si fa strada l’ ipotesi di far pagare l’ ecopass ai diesel euro 4 senza filtro nei giorni critici U n vertice al Pirellone per sbrogliare l’ intricata matassa dell’ inquinamento che continua ad ammorbare l’ aria di Milano. Il sindaco Moratti, il governatore Formigoni e per la Provincia l’ assessore ai Trasporti Giovanni De Nicola valuteranno oggi la situazione ed eventuali misure d’ emergenza. Dopo giorni di immobilismo, nonostante le tante sollecitazioni e polemiche interne anche alla maggioranza di centro-destra, qualcosa insomma si muove. Nella riunione si valuterà l’ ipotesi di annullare, dopo un certo numero di giorni di inquinamento, la deroga ecopass per i diesel euro 4 senza filtro che dal prossimo aprile dovrebbero comunque iniziare a pagare per ‘ legge’ . La Provincia proporrà tra le altre cose di incentivare il lavaggio strade per evitare il rimescolamento delle polveri sottili. Intanto il Pirellone ha destinato un milione di euro ai Comune affinché intensifichino i controlli anti-smog attraverso task force di vigili ma anche monitoraggio degli impianti di riscaldamento. Formigoni ha poi invitato i cittadini a «comportamenti virtuosi» e in particolare a rispettare il limite di temperatura nelle case e negli uffici (che è fissato a 20 gradi). Intanto il Codacons ha denunciato all’ Autorità garante della concorrenza la Regione per una pubblicità considerata ingannevole che reclamizza, attraverso cinque foto di Milano in 34 anni, i progressi fatti nella lotta all’ inquinamento. Le associazioni ambientaliste, guidate da Italia Nostra hanno presentato dieci proposte per combattere lo smog tra le quali l’ obbligo di car-pooling in ingresso a Milano nei giorni critici, il divieto di circolazione dei mezzi pesanti e l’ eliminazione del tunnel Linate-Rho. E mentre Milano aspetta il vertice del Pirellone Bergamo ha già deciso di bloccare il traffico domenica dalle 9,30 alle 17,30.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox