2 Ottobre 2012

«Verdura salata, non la comprate»

«Verdura salata, non la comprate»

Secondo un’ analisi di Confagricoltura, Cia e altri, nell’ ultimo anno il 41,4 per cento delle famiglie, scrive il Codacons in un comunicato stampa, ha ridotto gli acquisti di frutta e verdura. Nel 2011 ogni famiglia ha acquistato 5 chili in meno di frutta, 3 chili in meno di verdura e un chilo in meno di ortaggi surgelati, per un totale di 9 chili. In 11 anni gli acquisti sono diminuiti del 23 per cento, passando dai 450 chili a famiglia del 2000 ai 347 chili del 2011, ossia 100 chili in meno a famiglia. Per Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons questi dati sono solo la conferma di quanto l’ associazione va dicendo dal 2002: i prezzi di frutta e verdura, con l’ arrivo dell’ euro, sono immediatamente raddoppiati, secondo la nota equazione 1000 lire uguale un euro. «Una speculazione bella e buona – sostiene Tanasi – che ha determinato un progressivo crollo dei consumi». Per questo il segretario del Codacons ha lanciato lo sciopero della verdura, invitando i consumatori a non acquistare frutta e verdura a prezzi perché, salvo rarissime eccezioni, dimostra che è in corso una speculazione o che il prodotto è decisamente fuori stagione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox